Beauty

Quale fondotinta scegliere?

Benedetta Fiorini
10 giugno 2013

L’estate si avvicina e già questi primi flebili raggi di sole stanno iniziando ad angosciare tutte le “foundation victim” del mondo che, come ogni anno in questo periodo, sono in cerca del fondotinta perfetto che resista a caldo, raggi uva e, soprattutto, al sudore.

Se per alcune donne il problema si risolve correndo subito verso il primo lido e cercando di acquistare il più velocemente possibile un colorito dorato che mascheri le imperfezioni, per la maggior parte della popolazione femminile il problema è molto più complesso, in quanto convivere con il caldo asfissiante della metropoli e allo stesso tempo con il fondotinta è una battaglia dalla quale si esce quasi sempre sconfitti, con l’aggiunta di macchie di fondotinta stampate su qualsiasi cosa e/o persona sia nei paraggi.

I trucchi per scampare all’affetto “goccioline marroni” sono pochi ed efficaci: in primis non lasciarsi abbindolare dalle pubblicità di fondotinta compatti che promettono un effetto matt per tutto il giorno (si suda lo stesso e, come se non bastasse, il giorno dopo vedrete sicuramente rifiorire un prato di brufoli sul vostro viso causa congestione da siliconi, sostanze contenute nella maggior parte dei fondotinta matt ed, in particolar modo, in quelli compatti); in secondo luogo è bene rivedere la crema idratante usata. Ebbene sì, la crema è la chiave di tutto. Trovata la crema giusta tutto andrà per il verso giusto. Se state pensando che utilizzare la crema idratante in estate sia sbagliato, o peggio, se ritenete che basti girare con la crema solare sotto il fondotinta avete di certo individuato il modo migliore per sudare (e tanto) e far si che il vostro fondotinta si sciolga come un gelato al sole.

Bisogna partire trovando un valido sostituto alla crema idratante utilizzata durante l’anno: esistono i cosiddetti fluidi (o sieri che dir si voglia) che garantiscono idratazione ma allo stesso tempo non appesantiscono come una crema. Per chi ha la pelle grassa, in particolar modo, questi sono indispensabili.

Ma ora arriviamo al punto: quale fondotinta scegliere?

Per chi non ha una pelle particolarmente problematica è sufficiente utilizzare fondotinta minerali o ciprie leggerissime (le nostre ave non avevano il fondotinta ma solo la cipria, e, ahimè, l’estate c’è sempre stata), e fissare il tutto con uno spray a lunga tenuta.

Per chi, invece, presenta rossori cutanei, acne o qualche brufolo qua e là: è vietato qualsiasi tipo di correttore, fa risaltare solo i difetti invece che coprirli, meglio affidarsi a primer appositi (di solito hanno un colore verde) che neutralizzano il rossore in maniera uniforme senza creare nessun tipo di discromia. Il suggerimento per chi ha questo tipo di pelle sarebbe unicamente quello di non appesantirla ancora di più applicando sopra al primer un fondotinta, ma è  anche vero che spesso ci si sente “nudi” ugualmente. È bene utilizzare sempre un fondotinta minerale ed applicarlo delicatamente solo nelle zone critiche, lasciando che parte della pelle possa comunque respirare.

Infine un suggerimento generale per tutte le donne che risistemano il trucco nel corso della giornata: è bene essere sempre munite di pennelli o spugnette di ricambio: d’estate, causa la forte sudorazione, queste diventano una piastra di coltura per batteri, e, di conseguenza un via libera alla proliferazione di brufoli.

L’estate è la stagione più attesa di tutto l’anno, e come si sostituiscono i capi di vestiario è bene dare “un’alleggerita” anche al make up!

Benedetta Fiorini


Potrebbe interessarti anche