Advertisement
I nostri blog

Quello che gli altri vogliono vedere

staff
18 giugno 2011


E’ davvero snervante essere visti per quello che non si è.
Se si ha la passione per la moda si è superficiali.
Se davanti all’obbiettivo di una macchina fotografica si è a proprio agio si è egocentrici.
Se si ama scrivere e il proprio sogno è quello di trasformare la scrittura in un lavoro allora ci si prende troppo sul serio.
Se si da importanza ANCHE all’aspetto fisico si è troppo fissati con l’apparenza e troppo poco con la sostanza.
E allora si è vuoti. Un bell’involucro con all’interno il nulla.
Peccato che chi parla così a sproposito, dando giudizi che nessuno ha chiesto e che a nessuno interessano, solitamente conosca un centesimo della persona su cui tanto si affanna a sproloquiare.
Alla fine però mi va bene così.
Sono sicura infatti che sarebbe inutile mettermi a raccontare la mia vita a chi non considero degno di conoscermi.
E questo non per superbia, attenzione! Ma semplicemente perchè chi ama il pettegolezzo inappropriato lo amerà per sempre e nulla cambierà la conoscenza di una vita difficile se la sua vittima prediletta ormai è quella.
Perciò cari sproloquiatori, amanti delle parole inopportune e del discorso che non porta a nulla, datemi pure titoli che non mi appartengono e raccontate cose su di me che sono false o vere a metà se questo vi fa sentire realizzati.
Tanto quello che sono lo so soltanto io e le vostre parole magari mi feriscono e mi feriranno, ma le ferite si riemarginano in un batter d’occhio se sono superficiali e poco profonde.

 

Sheena