Advertisement
Lifestyle

Qui Parigi: 1#Art _ Il Museo Rodin

Federica Cristini
11 aprile 2013

Quando non si dispone di molto tempo o semplicemente si vuole evitare di trascorrere quindici ore di coda nei grandi musei della città, scegliere di visitare un museo monografico e di dimensioni ridotte può rivelarsi vincente.
Il Museo Rodin è sicuramente una perla di Parigi e il momento migliore per visitarlo, per chi ne ha la possibilità, è fino al 1 Settembre 2013, data in cui si chiude la straordinaria mostra “Rodin, la chair, le marbre”.
Le sculture in esposizione, tra cui il celeberrimo il Bacio, mostrano un Rodin che prende spunti e temi dalla mitologia greca e ci incanta con la rassegnazione di Andromeda, la grazia austera di Diana, la disperazione impotente di Venere in La morte di Adone, la sensualità universale di Fugit Amor, l’infinita dolcezza di Jeux d’enfants. La mostra è incentrata sul lavoro dell’artista con il marmo per cui è forse meno conosciuto al grande pubblico e qui l’importanza di riscoprire questi capolavori. La connessione con Michelangelo è evidente in quanto trattasi, nella quasi totalità delle opere, di struggenti ‘non finiti’ che esprimono, con tutta la forza e la suggestione possibile, la lotta del corpo con la materia. I non finiti di Rodin sono tuttavia concepiti per rimanere tali quindi mostrano una paradossale compiutezza e una perfezione di esecuzione che manca ai più grezzi non finiti del maestro rinascimentale. I marmi di Rodin, nel loro biancore scintillante, sono pura e commovente poesia agli occhi di chi sa farsi cullare dall’arte.
E come se non bastasse, sia il bellissimo edificio settecentesco (conosciuto con il nome di Hotel Biron) che ospita collezione permanente che l’ala delle esibizioni temporanee, sono immersi in uno dei giardini più belli e aperti al pubblico del centro parigino, in cui spicca l’imponente statua del pensatore circondata da cipressi nani perfettamente potati. La sensazione è quella di passeggiare in uno scorcio dei giardini di Versailles, ma siete a due passi dagli Invalides e la Tour Eiffel.
Inoltre tutti i mercoledì il museo rimane aperto fino alle 20.45 per permettere di godere delle splendide opere anche nella magia della luce serale.

info at: www.musee-rodin.fr/en

Federica Cristini


Potrebbe interessarti anche