Lifestyle

Qui Parigi: La rentrée

Sara Ottavia Carolei
30 agosto 2013

paris

La rentrée a Parigi è più che un periodo dell’anno, è un concetto, un sistema di pensiero, si potrebbe osare definirla addirittura una corrente socio-filosofica. In ogni angolo del mondo esiste il momento del rientro al lavoro, che coincide solitamente con l’inizio dell’anno scolastico e che segna un secondo capodanno, quello di settembre. Eppure in Francia la questione rentrée pare abbia un significato a parte, un’aura di serietà che dipinge questa famosa (o piuttosto famigerata) rentrée come un mostro mitologico capace di inghiottire gioia e felicità per trasformarle in grigiume e disperazione.

Trovandomi alla mia seconda rentrée parigina, ho deciso allora di stilare una piccola lista di auto-aiuto, pensata sia per i malcapitati turisti, che per i parigini di nascita o adozione che ancora non sanno come combatterla.

1) Evitate i quartieri più lavorativi, come Montorgueil. Le mandrie di giornalisti e pr depressi che camminano come zombie piangendo davanti al caffè in pausa possono essere davvero pericolose.

2) Non esibite la vostra abbronzatura con fierezza: i parigini non amano si ricordi loro che fino a due giorni prima l’ufficio e la cappa grigia della città sembravano un ricordo lontano.

3) Sappiate che fino al secondo lunedì di settembre, la metà dei negozi, dei bar e dei locali saranno ancora dormienti. Fatevene una ragione. Se vivete qui e il vostro caffè sotto casa ha ancora le serrande abbassate, pensate che questo vi servirà per allontanare il momento della ripresa totale della routine. Se invece siete in vacanza, consolatevi pensando che spenderete di meno e sarete costretti a fare il tour della città (con la possibilità, però, di scoprire nuovi angoli di Parigi) per trovare un tabaccaio.

4) Preparatevi a sentire la frase “c’est dur la rentrée” almeno cinque volte al giorno. E a ripeterla anche voi, sia nel caso in cui la pensiate allo stesso modo, sia che non vi sembri poi questa grande tragedia.

Sara Ottavia Carolei


Potrebbe interessarti anche