Advertisement
Lifestyle

Qui Parigi: una passeggiata in Rue des Rosiers

staff
21 ottobre 2011


La domenica, in qualunque città Europea, è spesso sinonimo di tranquillità, negozi chiusi e passeggiate nel parco; questo vale anche per Parigi.
Ovunque tranne che nel quarto Arrondissement, seconda metà del Marais: qui infatti si trova il quartiere ebraico, pieno di negozi e ristoranti che, rispettando la tradizione ebraica, riposano il Sabato ma sono aperti la Domenica.
La fermata della metropolitana di Saint Paul porta direttamente nel centro del quartiere. All’uscita è possibile vedere ragazzini che tornano dalle lezioni con in testa la kippah, il copricapo ebraico ed entrare in qualche negozio di falafel per fare uno spuntino. Tra questi, L’As du Falafel al numero 34 di Rue des Rosiers – la via principale – va certamente menzionato per le sue prelibatezze.
A camminare per “la Pletlz” ( in Yiddish “piccola piazza”, così Rue des Rosiers è stata soprannominata dagli abitanti del luogo ) sembra quasi di aver fatto un salto indietro del tempo: è ancora possibile infatti leggere frasi in Yiddish risalenti all’inizio del Ventesimo secolo scritte sui muri del palazzi, osservare i ragazzi della scuola ebraica mentre vendono rami di ulivo e anziani che conversano in yiddish tra un negozio e l’altro. L’atmosfera è magica e surreale, soprattutto nel tardo pomeriggio, quando le luci si fanno più calde e comincia ad arrivare la notte.
Oltre a ristorantini e panetterie tutte da scoprire, il quartiere ebraico ospita anche un segreto che gli amanti del vintage custodiscono gelosamente: Vintage Desir-Coiffeur Vintage, al numero 32 della famosa strada, è un piccolissimo negozio pieno di abiti introvabili, pellicce magnifiche a prezzi stracciati, cappelli e tanti altri capi d’abbigliamento. La cosa più sorprendente? I prezzi non superano i 50 euro!
Camminando ancora per il quartiere è possibile scoprire, oltre che un grandissimo negozio Lee e una boutique The Kooples, le meravigliose creazioni di designers ancora sconosciuti, una chocolaterie d’epoca, una libreria tutta particolare, un negozio di frozen yogourt… Insomma, soddisfa davvero tutti i gusti!
Richiede senz’altro una giornata intera per goderselo senza fretta, e la domenica, in assenza di altre alternative, é la giornata perfetta.

 

Ilaria Maria Sofia Gilardini


Copyright: Flickr e Shalom New York.


Potrebbe interessarti anche