Fashion

Ragazzo spigliato col borsello… quotato in borsa

staff
24 marzo 2011

Uomini corredati di borsa? Ciò che fino a qualche lustro fa sembrava una bizzarria modaiola, oggi è la normalità.
La borsa maschile, più che ambigua, è qualcosa di utile e pratico, anzi indispensabile.
Una tendenza condizionata pure dall’aumento del peso e del volume delle tecnologie che ogni maschietto, appena-appena aggiornato, si deve portare appresso.
Già negli anni Settanta, un illustre predecessore, aveva clamorosamente dato il là all’accessorio al maschile.
Poi il “borsello” era stato archiviato con frasi del tipo “fa tanto checca”, oppure “fa proprio tristezza”.
Nessuno allora avrebbe supposto il suo ritorno in auge, sia pure evoluto nel look e nel concept. Naturalmente spesso sostituito con cartelle, zainetti, messenger…
Innegabile la sua giustificazione high tech: iPad, iPhone, P.C., Laptop e Tablet sono ormai diventati una inseparabile appendice elettronica di ognuno.
Magari dopo aver vagato in cerca di asilo nella tasche di giubbotti e pantaloni, con effetti deformanti, oppure giocando dispettosamente a nascondino.
Comunque con qualche chilogrammo di apparecchiature da trascinarsi tra un appuntamento di lavoro e un happening, le soluzioni d’emergenza sono risultate inadeguate.
Tramontato il ricorso alla borsa della fidanzata (già inflazionata per conto suo), l’uomo ormai si autogestisce gli oggetti quotidiani e la “borsa per lui” è finalmente sdoganata.
A fare da apripista sono state le celebrities, cioè attori, rock stars, calciatori, una upper class trasversale e influente.
Vedi David Beckham, Tom Cruise, Brad Pitt o Jude Law apparsi su blog e siti internet con la loro brava man bag. Ed è stato un boom.
Altro che parodia del “ragazzo spigliato col borsello” di Elio e le Storie Tese!
La mosca bianca, stile metrosexual degli anni Novanta si prende la sua rivincita.
Ai dinamici manager che si muovono con il loro piccolo mondo business alla mano, di sicuro piacerà il nuovo borsello di Roncato, simil anni Settanta, tuttavia con scomparto centrale per ospitare l’iPad con schermo da 10” o 13” e le ulteriori tasche utility per chiavette UBS, cellulare, penne, biglietti da visita…In nylon grigio profilato di rosso o viola dagli inserti in pelle, è dotato di una tracolla diagonale che lo rende perfetto anche per la moto. Si lavora dovunque e comunque per cui portarsi l’ufficio a tracolla può diventare d’obbligo. Lo conferma il porta computer e quant’altro di Momodesign (prodotto e distribuito da Principe), ispirato allo urbanwear, è in un tessuto tecnico water proof dal particolare color giallo segnaletico. Adatto per un target di uomini sportivi, ma estimatori del design d’avanguardia e della giusta cura di sofisticate attrezzature.
Il colore passepartout, anche nell’era del touch screen rimane il nero rigoroso della body bag proposta da Tavecchi in canvas cerato, rifinito in pellame naturale. Anche le calde nuances del cuoio hanno parecchi estimatori, specialmente quando la borsa è studiata per rispondere alle nuove esigenze e abitudini di vita. Vuoi mettere quanto è più comodo, per chi si sposta spesso per affari o per piacere, superare i controlli all’areoporto con il solo borsello(con all’interno quanto serve) senza altri bagagli al seguito? Questa è la Bric’s philosophy che in connubio con Pininfarina propone la pratica messenger in nylon e nappa negli immancabili nero e testa di moro, insieme agli innovativi tortora e tuareg blue. Borse icone di stile e funzionalità grazie alla studiata strategia della linea che si sviluppa sia in verticale per contenere l’iPad o in orizzontale per i nuovi strumenti user interface, vere e proprie macchine pensanti.
Imperdibili pure le borse metropolitane di Allegri, impermeabili come il trench della maison, versatili e perfino trasformiste e sempre con la passione per l’innovazione tecnologica custodita nel cuore. Molto accattivante il colore estivo arancio zucca della doppi manici, tale e quale una shopping bag , non più solo femminile. Occhio al trend: questa è la vera tendenza nella tendenza!
Però attenzione a non esagerare. Secondo la British Chiropratic Association, notizia riportata dal Telegraph, se il peso portato da una sola spalla supera i sei kg, può creare(ovviamente nel lungo periodo) seri problemi di postura e fastidi alla colonna vertebrale.
Ma non saranno un po’ delicati questi ometti? E pensare che da sempre le femminucce si trascinano borse con dentro la vita intera…e non se ne lagnano mai!

 

Marisa Gorza


Potrebbe interessarti anche