Advertisement
Food

Ravioli fave, bacon & pinoli

Elisa Carcano
14 aprile 2014

FinoAllUltimaBriciola14042014

Tra poco meno di una settimana è Pasqua, la voglia di passare del tempo assieme aumenta ed aumentano anche le possibilità di stare all’aria aperta, di fare una gita fuori porta o di prendere un po’ di sole.
Se vi mancano idee per il pranzo, se avete già recuperato tutte le uova di cioccolata, se la torta pasqualina è un classico della vostra tavola, vorrei oggi invitarvi a sperimentare ed osare con una pasta fatta in casa, magari ripiena, ricca ma gustosa e allo stesso tempo leggera.
Chi mi segue ormai ha capito la mia filosofia, le ricette che prediligo e quanto mi piace usare i prodotti che trovo direttamente dal contadino o al mercato, questo perché mi permette di avere dei prodotti di qualità, a km zero e perché così ho sempre a disposizione la materia prima di stagione.
Augurandovi di passare delle buone feste, di rilassarvi, di cucinare e di spendere nel modo che più vi piace le vostre vacanze vi lascio questa ricetta.


Ingredienti per 6 persone:

Per ottenere circa 500 gr di pasta fresca all’uovo vi serviranno:
300 gr di farina
3 uova
acqua, se necessaria
sale
qualche fogliolina di menta
400 gr di fave fresche sgusciate (corrispondono circa ad 1 kg abbondante con il baccello)
50 gr di formaggio grana grattuggiato
2 rametti di menta
100 gr di pinoli
150 gr di bacon affettato
80 gr di burro
olio EVO
sale
pepe

Tempo di preparazione:  50 minuti

FinoAllUltimaBriciola14042014-1

Procedimento:
Per la pasta lavoriamo la farina con le uova, una alla volta, aggiungiamo il sale e, solo se necessario, l’acqua, finchè il composto non sarà elastico; per avere una pasta divertente e colorata incorporiamo anche delle piccole foglie di menta, che andranno a decorare la superficie dei ravioli. Lasciamo riposare per almeno 15 minuti l’impasto che andremo successivamente a stendere con l’aiuto di un mattarello o con la macchinetta.
Tiriamo la pasta in 6 sfoglie abbastanza sottili, cercando di creare la stessa forma.
Come prima operazione dobbiamo sbollentare per qualche istante le fave in poca acqua bollente e salata, scolarle e privarle della pellicina che le ricopre; ora possiamo lessarle per una decina di minuti e ne teniamo qualche cucchiaio da parte che utilizzeremo in seguito per il condimento.
In una ciotola andiamo a versare le fave, qualche foglia lavata di menta, il grana grattuggiato, la metà dei pinoli ed un filo d’olio. Regoliamo di sale e pepe e passiamo tutto al mixer.
Sulla metà delle sfoglie che abbiamo precedentemente tirato, andiamo a posizionare delle palline di ripieno, ponendole all’incirca alla stessa distanza, ricopriamo con un’altra sfoglia facendo attenzione che abbia aderito a quella sotto (possiamo aiutarci passando un filo d’acqua sulla sfoglia sotto, prima di andare a posizionare quella sopra e “schiacciando” attorno ai mucchietti di ripieno con le mani, in modo che tutta l’aria presente esca e non si aprano i ravioli in fase di cottura).
Con l’aiuto di una rotella dentellata andiamo a tagliare, in quadrati, i ravioli.
Questa operazione andrà ripetuta fino ad esaurimento di tutti gli ingredienti, sia sfoglia che ripieno.
In abbondante acqua bollente e salata, cuociamo i ravioli per circa 8 minuti
.
Nel frattempo tagliamo a listarelle il bacon, lo facciamo rosolare in una padella, meglio wok, con il burro, le fave tenute da parte, la menta e i pinoli rimasti.
Scoliamo i ravioli con un mestolo forato e serviamoli direttamente nel piatto, ricoprendoli con il sugo di bacon, fave e pinoli.

Una bontà da mangiare… fino all’ultima briciola!

Elli

Elisa Carcano o meglio Elli, architetto, amante dei dettagli, del design e del buon gusto. Ama i viaggi, le novità, le fotografie e i nuovi sapori. Le piace la natura e coltiva un suo orto, quando le avanza tempo.
Le piace cucinare, con amore, e coccolare chi le sta attorno con i suoi manicaretti. Prepara piatti elaborati ma allo stesso tempo rustici e legati alla tradizione. Cucinare per condividere, cucinare per far tornare il sorriso dopo una giornataccia, cucinare per distrarsi, rilassarsi e per trattarsi bene: questo è il suo motto.
www.flickr.com/photos/7195312@N05/sets/72157632041315310

 


Potrebbe interessarti anche