Advertisement
A modo mio

Raviolone con tuorlo d’uovo e tartufo bianco

Raffaella Mattioli
11 dicembre 2014

PDSC1598

È stato il protagonista di una puntata di Masterchef, e la definirei una portata “imperiale”, uno straordinario modo per festeggiare il Natale. Proverò a descriverlo: prima viene l’inebriante profumo di tartufo, appena si incide il raviolo con la forchetta, ecco che il tuorlo d’uovo si spande nel piatto intridendo il ripieno di ricotta e spinaci… una goduria pazzesca!
Per cimentarsi con questo piatto però ci vuole un po’ di manualità, quindi prima di portarlo in tavola il giorno di Natale vi consiglio di esercitarvi qualche volta. Vi assicuro che ne vale veramente la pena!

Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta fresca:
100 gr di farina
2 tuorli d’uovo e ½ albume
1 pizzico di sale e olio evo q.b.

Per il ripieno:
120 gr. di spinaci
120 gr di ricotta
4 fette di prosciutto cotto
4 tuorli d’uovo
1 piccolo scalogno
Sale, noce moscata e burro q.b.
Tartufo bianco

Tempo di preparazione: 40 minuti più il tempo di riposo della pasta fresca

PDSC1593

Procedimento:
Iniziate a preparare la pasta fresca. Fate una fontana con la farina, aggiungete un pizzico di sale, nel centro formate un buco in cui mettere i 2 tuorli e l’albume, iniziate ad impastare aggiungendo poco olio. L’impasto dovrà risultare liscio ed elastico. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigorifero a riposare per almeno ½ ora.
Nel frattempo fate “sudare” in padella lo scalogno con un filo di olio evo, aggiungete gli spinaci e portateli a cottura, fateli quindi raffreddare.
In una ciotola amalgamate la ricotta con il sale e la noce moscata, aggiungete quindi gli spinaci e mescolate bene.
Tirate la pasta fresca con l’apposta macchinetta, (io la faccio passare 2/3 volte nel rullo più grande e altrettante volte in quello intermedio e in quello più stretto) formate delle strisce di pasta che dovrete avere l’accortezza di coprire con la pellicola affinchè non si secchino.
Appoggiate un coppa pasta del diametro di cm 11 sulla striscia di pasta, al centro disponete una fettina di prosciutto cotto, quindi formate un anello con il composto di ricotta e spinaci e facendo molta attenzione, mettete al centro dell’anello un tuorlo d’uovo.
Spennellate i bordi della pasta con l’albume, togliete il coppapasta e richiudete con un’altra striscia di pasta.
Coppate il raviolo, procedendo nello stesso modo per tutti gli altri.
Portate ad ebollizione l’acqua in 4 differenti piccole pentole, salate, abbassate la fiamma e introducete in ognuna un raviolo, dovrà cuocere per circa 3 minuti, fino a quando i bordi saranno morbidi al tatto.
Scolateli con la schiumarola e serviteli in ciascun piatto irrorandoli di burro fuso e cospargendoli di fettine di tartufo bianco.

Nota:
È un piatto che si può preparare per massimo 4 persone alla volta, a meno che non abbiate una cucina da ristorante.

Vino consigliato:
Bollicine ed in particolare il buonissimo Cuvée Prestige di Ca’ del Bosco, un Franciacorta classico, dal colore giallo paglierino luminoso, con perlage fine, abbondante e persistente, equilibrato, piacevolmente fresco e acidulo, perfetto per ogni occasione.


Potrebbe interessarti anche