Advertisement
Cinema

Re Giorgio investe sui nuovi talenti del cinema con Armani/Laboratorio

Clarissa Monti
7 settembre 2017

Tramandare la conoscenza è essenziale, ed è la mia missione“. Parola di Giorgio Armani. Da sempre grande sostenitore dei nuovi talenti emergenti, Re Giorgio ha deciso questa volta di puntare sulla settima arte, investendo sulla formazione di una nuova generazione di creativi del cinema.

Il progetto si chiama Armani/Laboratorio e prenderà il via a gennaio 2018 presso l’Armani/Silos di Milano: 10 giorni intensivi  e gratuiti che fino a marzo accompagneranno 8 giovani selezionati in un percorso di specializzazione e perfezionamento nei mestieri cinematografici.

Negli studi di via Bergognone, gli allievi saranno infatti impegnati nello studio di otto discipline – regia, sceneggiatura, scenografia, fotografia, montaggio, costumi, trucco e acconciatura – guidati da diversi specialisti del settore. Le lezioni, sia pratiche che teoriche, verranno infatti tenute da nomi noti e addetti ai lavori vicini allo stilista piacentino, in un ottica di trasmissione del sapere circolare e secondo una logica mentore/allievo; tra questi, Giuseppe Tornatore, Maria Sole Tognazzi, Michele Placido e Milena Canonero.

Mi piace l’idea – ha raccontato il designer – che questo laboratorio offra un insegnamento concreto ai giovani che desiderano lavorare nel cinema, grazie anche alla presenza di amici che collaboreranno in qualità di mentori per le diverse discipline”.

L’obbiettivo finale sarà quello di una formazione a 360° orientata alla produzione finale di un cortometraggio dedicato all’estetica Armani.

Per chi volesse cimentarsi, il bando di partecipazione è aperto fino al 31 ottobre.


Potrebbe interessarti anche