Advertisement
I nostri blog

Recensione-time

staff
16 novembre 2011


Quest’oggi vorrei commentare dei prodotti che ho provato per un buon periodo di tempo ormai e su cui mi sono fatta un’opinione.
Sono sempre dell’idea che prima di recensire un prodotto qualsiasi sia necessario farlo diventare prima parte della nostra routine quotidiana per scoprirne i pregi e i difetti.
Partirei con il primo: Lush, Diavoli a fior di pelle. Questo prodotto mi ha attirato per la sua consistenza fuori dal comune. È uno scrub per il viso, specifico per pelli impure, che io non ho, ma essendo una perfezionista, sotto questo punto di vista, tendo a bistrattare la mia pelle sottoponendola ad inutili stress. Voi non fatelo! Sembra un blocco di carbone a prima vista, quando affondi il dito però ha la consistenza del pongo. Per essere utilizzato ha bisogno dell’aggiunta di qualche goccia d’acqua che dovrebbe renderlo una pasta spalmabile. Non funziona. L’unico modo per usarlo è prenderne un pezzettino nel palmo della mano, aggiungerci qualche goccia d’acqua e strofinarlo tra le mani finché non è abbastanza morbido per essere utilizzato sul viso. E fare un casino. Generalmente dopo averlo usato bisogna pulire il bagno o gli schizzi di nero sul muro non se ne andranno facilmente. Dopo tutti questi “contro”, il cruciale “pro”. Funziona. Lascia la pelle pulita e tesa, luminosa e liscia. E sa di pulito.
Secondo prodotto: Lush, Pigmenti concentrati. Prima cosa da dire: puzza. Mamma mia, tutte le volte che lo uso il mio fidanzato mi chiede cosa diavolo mi sono spalmata. Si tratta di una specie di fondotinta che però può essere mischiato anche alla crema idratante (come tutti i fondotinta). Insomma non ho capito perché non lo chiamano fondotinta, fattostà che ha una copertura da leggera a media, poca “stratiificabilità”, ma è molto idratante. Direi che a parte l’odore e un range limitato di colori è una buona base per il trucco che però va “settata” obbligatoriamente con della cipria essendo molto idratante. Non ho avuto reazioni allergiche!
Terzo ed ultimo prodotto, più che prodotto brand: New York Color. Brand non professionale scoperto da poco. Mi ha attirato per i colori moderni e mai banali dei suoi ombretti così mi sono lanciata e ho acquistato tre palette: due NYC Metro Quartet Eye Shadow in Chelsea Chic e South Street Sea Port e una I Individualeyes Custom Compact in Smokey Greens. Le prima due sono quattro diversi ombretti coordinati il primo nelle tonalità dell’azzurro e rosa polvere del grigio caldo e del marrone-rosso, il secondo nei toni neutralissimi del marrone e del rosa, sono ottimi per tutti i giorni usando i colori più chiari e modificare il trucco per la sera intensificando con quelli più scuri. La terza palette invece, oltre che avere un primer e un illuminatore in crema, ha quattro ombretti bianco latte, grigio-lilla, bordeaux e grigio-antracite. Molto buono per il make up da sera. Di questa marca ho scoperto per ora solo gli ombretti che mi hanno fatto una ottima impressione soprattutto per quanto riguarda i colori scuri, molto pigmentati e sfumabili, mentre quelli più chiari come l’azzurro ed il rosa polvere sono un po’ meno visibili. Proverò sicuramente altri prodotti di questo marchio, particolarmente mi intrigano gli smalti e i rossetti.
Ecco qui! Fatemi sapere se qualcuno di voi ha provato questi stessi prodotti e se avete avuto esperienze simili!

 

Iashy


Potrebbe interessarti anche