Auto

Renault Talisman, protagonista del 69° Festival di Cannes

Cesare Lavia
8 giugno 2016

FullSizeRender-3

La nuova Renault Talisman è stata il “volto nuovo” del Festival di Cannes 2016. Scelta come auto ufficiale della manifestazione, la berlina francese ha accompagnato infatti i membri della giuria, le celebrità e tutti i partner dell’evento, fino al tappeto rosso del Palazzo dei Festival.

La storia di Renault è legata a quella del cinema fin dai suoi esordi in Francia, nel 1895. A quell’epoca, le fabbriche sorgevano accanto ai primi studi cinematografici installati a Billancourt e da allora Renault si è sempre impegnata nei maggiori festival cinematografici del mondo: Lione, Deauville, Angoulême, Cabourg, Siviglia e la Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia.

Sulla Croisette la Talisman ha saputo affascinare con la sua eleganza e infatti, non a caso, è stata insignita del titolo di Auto più bella dell’anno 2015, in occasione dell’ultimo Festival Automobilistico Internazionale di Parigi. «È stato naturale per noi scegliere Talisman, insignita di questo titolo prestigioso, per rappresentare la Marca sulla Croisette», ha dichiarato Claude Hugot, Direttore delle Relazioni Pubbliche dell’Alleanza Renault-Nissan, prima di spiegare che quest’anno, «per le esigenze del Festival, sono state aggiunte 150 unità di Nuovo Espace, per arrivare ad un armonioso mix di 300 veicoli, una flotta mai vista prima».

Svelata a luglio 2015, la nuova Talisman si è fatta notare fin dagli esordi sia per il suo nome carismatico, sinonimo di protezione e di potere, sia per il design distintivo, che le conferisce una silhouette slanciata ed elegante, che ben si adatta a un ampio target di clienti.

FullSizeRender-6

La carrozzeria tre volumi conferma ottime proporzioni e una sagoma possente. L’abitacolo, uno dei più spaziosi della sua categoria, regala un ambiente accogliente e confortevole. Molte e affascinanti sono anche le novità interne, che rendono più piacevole la vita a bordo: contagiri con display digitale 7 pollici protetto da visiera, un vero e proprio tablet al centro della plancia (R-Link2) con schermo 8,7 pollici, illuminazione 100% LED Pure Vision, head-up display a colori, suono Surround BOSE, sistema di parcheggio automatico.

L’obiettivo dei progettisti era renderla unica, e così hanno deciso di dotare l’auto – la sola nel suo segmento – del sistema a 4 ruote sterzanti, 4Control, che la rende agile come un’utilitaria in città e rapida come una sportiva nei tratti di strada ricchi di curve.

Noi l’abbiamo provata per voi e abbiamo trovato conferma del fatto che siamo di fronte a un’auto decisamente più matura e curata della vettura che è andata a sostituire: la Laguna.

La Talisman è più grande. Lunga 485 cm e larga 187, offre ampio spazio a cinque passeggeri adulti, anche in termini di carico, grazie al bagaglio di 515 litri, che può arrivare fino a 1022 litri, reclinando lo schienale del divano.

Oggetto della nostra prova il top di gamma: la Talisman 1.6 dCi S&S Initiale Paris Edc.

L’auto ci ha convinti per materiali e assemblaggi, oltre che per lo stile degli interni, della plancia e dei pannelli, volutamente semplice e all’insegna della praticità. Molto bella la consolle centrale, dove fa bella mostra un grande display a sfioramento da 8,7″ ad alta risoluzione.

La guida della versione in prova ci ha davvero entusiasmati, grazie anche alla presenza del sistema Multi-Sense 4Control, che include sospensioni elettroniche, quattro ruote sterzanti, cerchi da 19″ e possibilità di scegliere fra diverse modalità di guida: Comfort, che assicura una guida sicura e gradevole, Sport, per una maneggevolezza e una precisione di guida da vera sportiva, ed Eco, che permette si ottimizzare i consumi. A seconda della modalità prescelta, cambiano anche i colori e la grafica del cruscotto, così come i lunghi led inseriti nella plancia e sulle porte anteriori, per un effetto scenico piacevole e coinvolgente.

Il motore a gasolio 1.6 da 160 CV scatta da 0 a 100 km/h in 9,4 secondi e si è rivelato davvero brillante ed elastico, oltre che poderoso. Ha due turbo: uno piccolo, per una guida fluida ai bassi regimi, e uno grande, che assicura potenza e prestazioni quando si spinge di più. Il motore si abbina perfettamente al cambio a doppia frizione a sei marce, fluido e rapido nei passaggi.

Si tratta di un’auto comoda e sicura, piacevole da guidare sia in contesti urbani che nei percorsi più complessi. I comodi sedili in pelle, riscaldabili e dotati di “funzione Massaggio”, accolgono e trattengono alla perfezione i passeggeri, rendendo l’auto un vero e proprio salotto.


Potrebbe interessarti anche