Advertisement
Auto

Renault Twingo R1: citycar dall’anima rally

Francesco Costa
12 aprile 2016
Ph Roberto Piccinini

Ph Roberto Piccinini

Sono ormai passati sei anni dal debutto della Twingo nei rally. Un successo sia in termini di risultati conseguiti sia di consenso tra i piloti, che in gran numero hanno scelto la piccola di casa Renault per correre.
Il produttore francese ha ora deciso di cimentarsi anche nella classe entry level dei rally, la categoria R1, puntando sulla nuova versione della propria citycar Twingo, che sarà anche la protagonista di un trofeo monomarca.
Lo scopo di Renault è allargare la propria presenza nelle competizioni rallistiche ed attirare giovani piloti, offrendo un prodotto sicuro e affidabile a costi piuttosto contenuti.
Si tratta di un progetto interamente italiano, sviluppato direttamente da Renault Italia in collaborazione con STE – Sport Team Equipment.

Come si sviluppa un’auto di serie per i rally? Con un regolamento molto stringente che consente poche modifiche, delle quali nessuna al motore. I tecnici Renault si sono così concentrati su pochi, ma significativi elementi chiave: una nuova mappatura della centralina di serie, unita ad un impianto di scarico sportivo, hanno consentito un guadagno di potenza del 20%, permettendo al piccolo motore 900cc di raggiungere la soglia dei 110 CV. Il rapporto finale è stato accorciato, per migliorare l’accelerazione rispetto alla velocità massima, poco utile nei rally. Le sospensioni sono da gara, più rigide di un’auto di serie e completamente regolabili, mentre il roll bar ha una funzione strutturale, e migliora la rigidità del telaio. Le pinze dei freni sono state maggiorate, mentre una cura dimagrante ha eliminato tutto il superfluo, permettendo alla già leggerissima Twingo di scendere sotto la soglia dei 1000 kg di peso.
Freno a mano idraulico, cerchi in lega da 16 pollici, serbatoio del carburante da gara ed un dashboard che consente l’acquisizione dei dati in gara (come nelle categorie superiori) completano il pacchetto.
Il costo del kit, al netto del prezzo della vettura stradale, è di 26.000 € iva esclusa, ma completo di assemblaggio. Ciò significa che i clienti riceveranno la Twingo R1 già pronta per la gara.

Con la limitata possibilità di modifiche alla vettura, per essere competitivi, la base di partenza deve essere necessariamente molto valida, e la Twingo può sfoderare un bell’asso dalla manica: motore e trazione posteriore. Parole che suonano come musica per le orecchie di un rallista.


Potrebbe interessarti anche