Food

Ricetta della Settimana: Insalata d’asparagi verdi alla vaniglia con uovo in camicia, bresaola croccante e bottarga di muggine

staff
21 aprile 2012

Ingredienti per 2 persone:
12 asparagi verdi interi
1 baccello di vaniglia fresca
2 uova
40 gr di bresaola della Valtellina
6 gr di bottarga di muggine

 

Tempo di preparazione: 40 minuti

 

Procedimento:
Mettere sul fuoco un pentolino con acqua e un po’ d’aceto. Appena l’acqua bolle, rompere le uova intere e lasciarle sobbollire per 3 minuti. Nel frattempo, preparare delle striscioline di bresaola e saltarle su un padellino con un po’ d’olio d’oliva extra vergine. Successivamente, prendere gli asparagi verdi interi e, con un pelapatate, creare delle tagliatelle. Insaporirle con un pizzico di sale e pochissimo olio d’oliva extra vergine. Tagliare poi il baccello di vaniglia, estrarre la polpa e versarla sulle tagliatelle di asparagi. Infine, togliere le uova dall’acqua e asciugarle in un pezzo di carta assorbente. Per servire, riporre al centro del piatto le tagliatelle di asparagi, appoggiare sopra le uova e adagiare la bresaola croccante e delle lamelle di bottarga. Per decorare, aggiungere dei germogli freschi e dei petali di fiori eduli.

 

Nota dello chef, Massimo Livan:
La ricetta di questa settimana va a coniugare alcuni tra i prodotti più tradizionali in cucina, come gli asparagi, la bresaola, l’uovo e la bottarga, in maniera del tutto nuova. Il risultato è un piatto semplice, gustosissimo e decisamente piacevole alla vista, creato grazie all’accostamento di ingredienti molto lontani e differenti tra loro. Insomma, un vero e proprio trionfo dell’armonia, che nasce dalla valorizzazione di abbinamenti nuovi e sorprendenti.

 

Vino consigliato dallo chef:
Lo chef consiglia di accompagnare il piatto con un ottimo Chardonnay Piodilei, Casa Vinicola Pio Cesare. Un vino dal colore giallo dorato, il cui profumo è caratterizzato da note floreali e fruttate, con sentori di miele, vaniglia e burro. Il sapore è secco, caldo, morbido, con una lunga persistenza gustativa.

 

Giorgia Assensi

 

La ricetta è stata suggerita da Massimo Livan, chef dell’Antinoo’s Lounge & Restaurant del Centurion Palace di Venezia, hotel cinque stelle della Sina Hotels, gioiello contemporaneo di bellezza capace di regalare ai suoi ospiti emozioni indimenticabili grazie al sorprendente contrasto tra lo stile gotico veneziano della facciata e gli interni dal design deciso. Il Centurion Palace Hotel, situato accanto alla Basilica di Santa Maria della Salute, con accesso diretto sul Canal Grande, fa parte dell’esclusivo “Small Luxury Hotels of the World”. Il Ristorante Antinoo’s, recentemente premiato dalla Guida Michelin con quattro forchette rosse, propone piatti creati con cura e attenzione. Lo stile contemporaneo e ricercato dello chef Massimo Livan trae infatti ispirazione dall’arte, dalla storia, dalla pittura e da una città d’inesauribile fascino come Venezia. La sua cucina è creativa, leggera, colorata, e prevalentemente mediterranea. Tra le precedenti esperienze di Livan troviamo il Gran Caffè Quadri, l’hotel The Westin Europa e Regina (Gruppo Starwood) e Villa San Carlo Borromeo.

 

Si ringrazia Stefano Bellotto per la foto del piatto.


Potrebbe interessarti anche