Food

Ricetta della settimana: paccheri con crema di zucchine e gamberi

staff
12 gennaio 2013

La cucina armena è caratterizzata da sapori poco conosciuti fuori dai confini dell’area caucasica. Lo chef Antonio Lostumbo ha esportato, con grande successo, i profumi e i gusti della cucina mediterranea diventando l’alfiere della cucina italiana in Armenia.
Il piatto che ci propone parla della nostalgia degli italiani all’estero per la pasta, profuma delicatamente di aglio e non rinuncia al pomodoro e al basilico. Un piatto rosso, bianco e verde che ricrea un gusto mediterraneo con materie prime armene.

Ingredienti per 4 persone:
320 gr di paccheri
2 zucchine
250 gr di gamberi
40 gr di olive nere (tagliate a rondelle)
1 pomodoro (tagliato a cubetti)
½ l di latte
20 spicchi d’aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
5 foglie di basilico
olio d’oliva, sale pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Procedimento:
Per la salsa all’aglio: pulire 18 spicchi d’aglio e farli bollire per due minuti in 1/3 del latte. Scolare l’aglio e ripetere l’operazione per tre volte con latte fresco; l’ultima volta non scolare, aggiungere un pizzico di sale e frullare l’aglio con il latte.
Per la crema di zucchine: tagliare le zucchine e farle bollire in acqua per 3-4 minuti. Frullare queste ultime con l’olio d’oliva, le foglie di basilico, un pizzico di sale e pepe nero. Tenere in caldo la crema.
Per il sautè di gamberi: pulire i gamberi e saltarli in padella con olio d’oliva e due spicchi d’aglio. Sfumare con il vino, aggiungere un pizzico di sale e far cuocere per 2-3 minuti.
Per servire: cuocere i paccheri “al dente”, mettere la crema di zucchine sul fondo del piatto e adagiarvi i paccheri. Decorare con la salsa all’aglio, i gamberi, i pezzetti di pomodoro e di olive.

Commento dello Chef, Antonio Lostumbo:
La ricetta celebra il connubio tra la tradizione italiana e quella armena unendo nel piatto la pasta, che rappresenta l’Italia nel mondo, e un ingrediente tipico dell’Armenia come i gamberi del lago Sevan.

Vino consigliato:
Lo Chef suggerisce di accompagnare il piatto con il Karas Classic White, un vino bianco armeno a base di uve Chardonnay e Kangun, dal colore giallo paglierino con delicate sfumature verdi. I suoi sentori di agrumi, ananas e pesca bianca sono perfetti in abbinamento a piatti a base di pesce, frutti di mare, pasta e frutta.

Simona Micheletto Castelli

La ricetta è stata suggerita da Antonio Lostumbo, executive chef del Ristorante Rossini dell’Hotel Golden Tulip a Yerevan (Armenia). Antonio nasce in Calabria nel 1971. Dalla fine degli anni ’90 fino a metà degli anni 2000 collabora con il ristorante “Micu i cola” di Gioiosa Ionica nelle cui cucine amplia e affina la propria esperienza fino a dirigere in totale autonomia la cucina. Dopo un corso di specializzazione a Milano, collabora con alcuni ristoranti come capo partita dei piatti a base di pesce e prepara cene private per importanti personalità. Nel 2010 si trasferisce in Armenia per ricoprire il ruolo di executive chef del Golden Tulip Hotel Yerevan portando il ristorante “Rossini” a diventare il portabandiera della cucina italiana in Armenia.
Il Golden Tulip Hotel Yerevan è un meraviglioso hotel a 5 stelle situato a pochi passi da Piazza della Repubblica, dal Teatro drammatico russo e dalla Pinacoteca Nazionale. L’hotel dispone di 104 lussuose camere dotate di ogni confort, di piscina, centro fitness, sauna, solarium e area massaggi a disposizione degli ospiti (per informazioni sull’hotel www.goldentulipyerevan.com).


Potrebbe interessarti anche