Advertisement
Food

Ricetta della settimana: patata “Batavia”, confettura di zucca e zenzero

Simona Micheletto Castelli
26 aprile 2014

food

The Egg, il nuovo Bistrot “semplice come un uovo” che l’eclettico chef Nicola Batavia ha aperto all’interno del suo ‘l Birichin a Torino, ha appena festeggiato un mese dall’apertura avvenuta il 19 marzo.
Per celebrare il successo del The Egg, Nicola propone una ricetta semplice e deliziosa che nella presentazione ricorda la forma dell’uovo e nel gusto abbina la delicatezza del coniglio e della patata con una nota dolce-piccante data dalla confettura.

Ingredienti per 4 persone:
Per le patate: 4 patate (qualità ratte) di peso e forma uguale (cilindriche), 200gr di lombo di coniglio, 1 aglio, 200cl di olio extra vergine d’oliva, 1 rametto di salvia
Per la confettura: 200gr di zucca, 50gr di zenzero fresco, 100gr di zucchero (o 50gr glucosio), 100cl di acqua

Tempo di preparazione: Cuocere a vapore il coniglio e le patate fino a quando risultano morbidi.

Procedimento:
Per la confettura: cuocere la zucca tagliata a fette sottili in forno a 80°C per 40 minuti.
Preparare uno sciroppo cuocendo lo zenzero grattugiato in acqua e zucchero e lasciando ridurre della metà lo sciroppo. Aggiungere la zucca cotta al forno e continuare la cottura per 10 minuti per unire in modo uniforme lo zenzero e la zucca.
Per le patate: cuocere a vapore il coniglio fino a quando la carne risulta morbida. Sfilettare la carne con le mani e lascarla marinare nell’olio per almeno un giorno assieme alla testa d’aglio (intera ma spellata) e alla salvia. Cuocere le patate a vapore e lasciarle raffreddare. Svuotare le patate con uno scavino per creare un vuoto. Farcire la patata con il coniglio scolato dal suo olio.
Accompagnare la patata farcita con un cucchiaio di confettura.

Vino consigliato:
Lo chef suggerisce di accompagnare il piatto con Cuveè Aurora Rosè Metodo Alta Langa, un vino prestigioso prodotto con uve Pinot nero dal colore rosa cipria, perlage fine e molto persistente, profumo intenso e di avvolgente eleganza, con sentori che ricordano la mela golden, la rosa canina e la vaniglia, sapore ben strutturato, pieno, setoso e armonico.

Simona Micheletto Castelli

La ricetta è stata suggerita da Nicola Batavia, chef e patron del “The Egg, semplice come un uovo” il nuovo bistrot che da poco più di un mese affianca ‘l Birichin uno tra i ristoranti più apprezzati ed eleganti di Torino.
Nicola inizia la sua carriera con una lunga esperienza a Londra e una puntata in Thailandia dove scopre i sapori e i profumi d’oriente. Rientrato in Italia nel 1990, nel 1993 apre a Torino ‘l Birichin. Tra il 2002 e il 2004 frequenta dei corsi di altissima formazione a Lione e San Sebastian.
Nel 2006 viene scelto come chef ufficiale per le Olimpiadi invernali di Torino. Nel 2008 e nel 2012 viene chiamato in qualità di chef ufficiale Nike per le Olimpiadi di Pechino e Londra. Nel 2011 apre “Casa Batavia”, il suo ristorante londinese a Nottingh Hill, successivamente chiuso ma oggi in prossima riapertura.
Oggi il The Egg è il locale che rappresenta la nuova era nella cucina e nella vita di Nicola Batavia. Tutto il locale, dall’estetica alla proposta del menù, richiama l’uovo e la sua semplicità, sottolineando quello che è, da sempre, uno dei piatti simbolo di Nicola Batavia, lo chef che negli anni ha meritato e poi rifiutato la Stella Michelin e che nella sala attiguacontinua la sua proposta di alta ristorazione a ‘l Birichin.
‘l Birichin – The Egg | 
via Monti 16/a – Torino | www.nicolabatavia.it


Potrebbe interessarti anche