Advertisement
Food

Ricetta della Settimana: Rotolino di branzino con gambero ai semi di papavero e perle di fragole

staff
28 luglio 2012

Ingredienti per 2 persone:
200 gr di branzino
240gr di gamberi
35 gr di semi di papavero
1 fragola

 

Tempo di preparazione: 15 minuti

 

Procedimento:
Per prima cosa, sfilettare un branzino in due metà, togliere la pelle e tagliarlo in piccoli pezzi. Successivamente, adagiarvi sia sopra che sotto un po’ di pellicola trasparente e batterlo con un batticarne fino a che sia ben disteso.
Disporre al centro del branzino i gamberi precedentemente privati del loro carapace e, con l’aiuto della pellicola, dare una forma rotonda al prodotto facendolo rotolare su se stesso. Una volta creato una sorta di salame, aggiungere alla base il papavero e continuare a far ruotare il composto. Infine, con la pellicola, chiudere bene le estremità, facendo girare il rotolo in avanti fino a che i suoi bordi si stringano da soli.
Dopodiché, mettere a bollire in un pentolino l’acqua, immergervi il rotolo per circa 10 minuti e raffreddarlo sotto acqua corrente. Una volta raffreddato, togliere la pellicola trasparente, tagliare a rondelle e distendere sul piatto adagiandovi sopra delle perle di fragole.

 

Nota dello Chef, Massimo Livan:
Questa ricetta è dedicata alle Olimpiadi di Londra 2012, un omaggio alla storia e alla tradizione di questo evento che unisce, sin da tempi antichi, i popoli. Per questo ho voluto creare cinque rotolini capaci di evocare i cinque cerchi olimpici. Inoltre questo piatto, essendo a base di pesce e completamente senza condimento, si presta perfettamente per una dieta ipocalorica. È dunque una soluzione assolutamente sfiziosa per tutti gli amanti dello sport e della forma fisica.

 

Vino consigliato dallo Chef:
Lo Chef Massimo Livan consiglia di accompagnare questa ricetta con un Greco di Tufo, Feudi di San Gregorio, un vino bianco campano caratterizzato da morbide note con dolci sfumature di vaniglia, felce e menta. Di buon equilibrio gustativo, possiede piacevole persistenza e con il tempo migliora in freschezza.

 

Giorgia Assensi

 

La ricetta è stata suggerita da Massimo Livan, chef dell’Antinoo’s Lounge & Restaurant del Centurion Palace di Venezia, hotel cinque stelle della Sina Hotels, gioiello contemporaneo di bellezza capace di regalare ai suoi ospiti emozioni indimenticabili grazie al sorprendente contrasto tra lo stile gotico veneziano della facciata e gli interni dal design deciso. Il Centurion Palace Hotel, situato accanto alla Basilica di Santa Maria della Salute, con accesso diretto sul Canal Grande, fa parte dell’esclusivo “Small Luxury Hotels of the World”. Il Ristorante Antinoo’s, recentemente premiato dalla Guida Michelin con quattro forchette rosse, propone piatti creati con cura e attenzione. Lo stile contemporaneo e ricercato dello chef Massimo Livan trae infatti ispirazione dall’arte, dalla storia, dalla pittura e da una città d’inesauribile fascino come Venezia. La sua cucina è creativa, leggera, colorata, e prevalentemente mediterranea. Tra le precedenti esperienze di Livan troviamo il Gran Caffè Quadri, l’Hotel The Westin Europa e Regina (Gruppo Starwood) e Villa San Carlo Borromeo.


Potrebbe interessarti anche