Food

Ricetta della settimana: rotolo di mango con gelato alla stracciatella, cuore di Campari e salsa di fragola

Simona Micheletto Castelli
13 luglio 2013

130713 Ricetta (2)

Nelle calde giornate estive la frutta e il gelato spesso sono più apprezzati dei dolci da forno. Massimo Livan, chef dell’Antinoo’s Lounge & Restaurant del Centurion Palace di Venezia, ha creato quindi un delizioso ed elegante connubio tra il mango, la fragola e il gelato alla stracciatella impreziosendolo con la nota originale della gelatina al campari.

Ingredienti per 2 persone:
1 mango
200gr di gelato alla stracciatella
200ml di bitter campari
10gr di colla di pesce
250gr di fragole

Tempo di preparazione: se preparate tutto il giorno prima, solo 2 minuti per impiattare

Procedimento:
Per preparare la gelatina di campari, ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda e metterla in uno stampo con il campari. Lasciar riposare per 4/5 ore.
Mentre la gelatina riposa, pelare il mango e tagliarlo a fette sottili (circa 1mm).
Togliere la gelatina di campari dallo stampo e tagliarla a strisce larghe circa 1 cm e mezzo. Stendere la pellicola trasparente e disporvi le fette di mango una sopra l’altra, senza lasciare alcuno spazio tra una fetta e l’altra. Spalmare il gelato alla stracciatella sopra il mango e posizionare la striscia di campari al centro.
Avvolgere il tutto in modo da creare una sorta di rotolino e mettere in congelatore per almeno 6 ore.
Mentre il rotolo è nel congelatore, pulire le fragole, togliere il picciolo, tagliarle a metà e frullarle fino a ottenere una salsa omogenea e liscia.
Togliere il rotolo dal congelatore, rimuovere la pellicola trasparente e tagliare a fette spesse circa 8 centimetri. Disporre il trancio di rotolo sul piatto e decorare con gocce di salsa di fragola.

Commento dello Chef, Massimo Livan:
Ho creato questo dessert per il periodo estivo perché le fragole, il mango, il gelato e il campari donano un senso di freschezza unico creando un mix molto dissetante.

Vino consigliato:
Lo Chef suggerisce di accompagnare il piatto con un Franciacorta poggio dei Briganti Saten, un vino – ottenuto da uve Chardonnay – caratterizzato da un delicato perlage, da un colore giallo paglierino e da un profumo intenso.

Simona Micheletto Castelli

La ricetta è stata suggerita da Massimo Livan, chef dell’Antinoo’s Lounge & Restaurant del Centurion Palace di Venezia, hotel cinque stelle della Sina Hotels, gioiello contemporaneo di bellezza capace di regalare ai suoi ospiti emozioni indimenticabili grazie al sorprendente contrasto tra lo stile gotico veneziano della facciata e gli interni dal design deciso. Il Centurion Palace Hotel, situato accanto alla Basilica di Santa Maria della Salute, con accesso diretto sul Canal Grande, fa parte dell’esclusivo “Small Luxury Hotels of the World”. Il Ristorante Antinoo’s, recentemente premiato dalla Guida Michelin con quattro forchette rosse, propone piatti creati con cura e attenzione. Lo stile contemporaneo e ricercato dello chef Massimo Livan trae infatti ispirazione dall’arte, dalla storia, dalla pittura e da una città d’inesauribile fascino come Venezia. La sua cucina è creativa, leggera, colorata e prevalentemente mediterranea. Tra le precedenti esperienze di Livan troviamo il Gran Caffè Quadri, l’Hotel The Westin Europa e Regina (Gruppo Starwood) e Villa San Carlo Borromeo.


Potrebbe interessarti anche