Food

Ricetta per la Festa della Donna: Risottino mantecato agli asparagi e bollicine rosate con impepata di cozze

staff
3 marzo 2012

Ingredienti per 6 persone:
500gr di riso vialone nano
100gr di scalogno
900gr di cozze
400gr di asparagi
400ml di vino rosato
100gr di burro
50gr di pecorino grattugiato
1 spicchio d’aglio
Finocchiella, pepe, sale e olio extravergine d’oliva

 

Tempo di preparazione: 40 minuti

 

Procedimento:
Pulire le cozze e riporle in un tegame con aglio, un filo d’olio, 50 ml di vino rosato e pepe abbondante. Appena aperte, scolarle e filtrare il liquido di cottura.
A parte, pelare gli asparagi, sbollentarli in acqua e sale e raffreddarli in acqua e ghiaccio. Tagliare le punte che verranno usate come guarnizione da adagiare sopra il risotto. Tagliare metà gambo a quadratini e frullare l’altra metà fino ad ottenere una purea di asparagi.
Successivamente, tritare lo scalogno e rosolarlo in un tegame con metà del burro e un filo d’olio extravergine. Una volta appassito, aggiungere il riso e tostarlo con il rimanente vino rosato; continuare la cottura aggiungendo poco per volta il liquido di cottura delle cozze addizionato con la stessa quantità di acqua. A metà cottura del riso, aggiungere la dadolata di asparagi e, quasi a fine cottura, aggiungere la purea di asparagi e subito dopo le cozze sgusciate. Togliere il risotto dal fuoco e farlo riposare per 2 minuti.
Infine, mantecare il risotto aggiungendo il rimanente burro, il pecorino grattugiato e la finocchiella tritata. Servire il risotto con sopra le punte di asparagi precedentemente passate in padella con olio e sale e con una spolverata di pepe.

 

Nota dello chef, Francesco Apreda:
Questa ricetta molto gustosa vuole essere un’idea originale da servire in occasione della Festa della Donna.
Essendo molto semplice da preparare infatti, può essere eseguita anche da fidanzati, compagni o figli poco
abili in cucina per celebrare e stupire la donna del proprio cuore con una sorpresa culinaria elegante, ma molto facile da eseguire.

 

Vino consigliato:
Marco Amato, sommelier del ristorante Imàgo all’Hassler Hotel di Roma, consiglia di abbinare un Franciacorta Rosè, Antica Fratta. Straordinario Franciacorta “sans année”, ovvero che non riporta l’anno della vendemmia, in quanto ottenuto dalla sapiente unione dei migliori vini di annate diverse. Il profumo è  intenso, di piccoli frutti rossi con sentori di composta di frutta, mentre il sapore è deciso ed equilibrato.

 

Giorgia Assensi

 
La ricetta è stata suggerita da Francesco Apreda, Chef Executive del ristorante Imàgo all’Hassler Hotel di Roma, ristorante tra i più belli e suggestivi di tutta la capitale, non solo per la sua cucina, ma anche per la sua vista mozzafiato. Tra le precedenti esperienze di Apreda troviamo la gestione de “Il Cicerone”, il ristorante italiano dell’Imperial Hotel di Tokyo. Lo Chef è inoltre consulente di due ristoranti italiani in India: il Vetro a Mumbai e il Travertino a New Delhi. Tra i diversi riconoscimenti ottenuti, Francesco Apreda riceve il premio “Personalità Europea 2004” dal Campidoglio e la stella Michelin sulla guida 2009 per il ristorante Imàgo.


Potrebbe interessarti anche