News

Riflessioni sulla Vogue Fashion’s Night Out

staff
9 settembre 2011


Vogue Fashion’s Night Out: anche quest’anno è stato riproposto nella ‘Grande Mela Italiana’ l’appuntamento all’insegna della moda e delle nuove tendenze (haute-couture e non). Un’improvvisata folla investe le vie del centro, riversandosi da Via Montenapoleone a Piazza del Duomo, dal Castello Sforzesco a Porta Romana.
Gran successo di pubblico, meno di critica. Si riscontra, in quest’edizione’, un ‘calo’ non indifferente nell’eleganza, e non si evidenziano strabilianti picchi di stile tra i partecipanti all’attesissima manifestazione.
Divertente il palco con musica allestito di fronte all’Accademia di Brera; dignitoso lo stand Korff di Via Manzoni, davanti al quale si appostavano gli “esibizionisti”, atti a fotografarsi nel nucleo di una Milano senza dubbio animata ed eccitante.
Crea un’ondata di eccitazione l’arrivo di Riccardo Scamarcio, che provoca in tutte le fanciulle una reazione incondizionata di corsa verso l’attore bello e tenebroso.
Alcuni marchi di altissimo livello rinunciano all’apertura (cosa ammirevole), forse giudicando l’evento non all’altezza della loro Maison. Chanel invece lancia il suo smalto Special Edition “Blue Boy” con ottimi risultati.
Brera vince il premio di miglior quartiere per frequentazione e organizzazione, con le sue vie un po’ old-fashioned, che pullulano di negozietti e locali chic e raffinati, ma al tempo stesso alla portata di molti.
Più che evento modaiolo, potremmo definirlo evento sociale. Ora non ci resta che attendere trepidanti la Fashion Week!

Diletta Irace


Potrebbe interessarti anche