Lifestyle 2

Ristoranti segreti

Barbara Micheletto Spadini
10 maggio 2011


É la nuova moda quella delle cene in abitazioni private aperte a un numero ristretto di invitati.
I Secrets Restaurant, nati a Londra, stanno spopolando ovunque.
La Casa dei Demoni, in un Palazzo del Settecento nel cuore di Milano, assomiglia più a un salotto letterario che a un luogo in cui organizzare semplici cene. Luci soffuse, interni sepolcrali che si svelano come scenografie teatrali. E’ la casa di Oliviero Leti, organizzatore di eventi, un’intima dimora di settecentocinquanta metri ricca di dettagli d’antan. Luci soffuse, ambientazioni dark e tanto nero. Solo due stanze restano offlimits. Aperto dall’ora dell’aperitivo alle due di notte, in futuro aprirà anche per il lunch. Nessuna prenotazione, però. Il padrone di casa sceglierà i suoi ospiti secondo le sue affinità elettive. Proprio come in ogni salotto che si rispetti.

0216

A Londra la food blogger MarmiteLover ha aperto due anni fa l’Underground restaurant, un “home restaurant” che rimanda alle “paladares” cubane, ristoranti in casa dove si incontra la gente del posto; mentre a Parigi la coppia americana Laura e Braden nel loro Hidden Kitchen (un private supper club esclusivo e, al tempo stesso, familiare) propongono un menù di dieci portate, tutte rigorosamente francesi.

IMG_1799

Dimenticati i costosi ristoranti del centro, l’ultimo mood é quello di andare alla ricerca di indirizzi top secret. Luoghi che offrono, oltre alla mise en place, l’estetica raffinata dell’interior design, la cura estrema della cucina e la sensazione unica di sentirsi in un luogo che sa di casa.

Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche