Auto

RoadToFrancoforte by Peugeot

Davide Stefano
2 ottobre 2015

IMG_0165

Eccoci al giorno della partenza, il giorno in cui bisogna fare la valigia, raccogliere le idee e lasciarci alle spalle questa avventura magnifica.
Come da copione, la sveglia non suona (e non è uno scherzo) e, sempre da copione, arriva la telefonata puntuale dell’ #LINGEGNERE che mi fa presente quanto sono in ritardo – come se non lo sapessi già. Doccia in tempo da centometrista alle Olimpiadi, mi fiondo sulla colazione intercontinentale del nostro NH Hotels e mangio alla velocita della luce sembrando Tom Hanks in Cast Away. Cerco disperatamente di recuperare il gap tra me e gli altri.

Alla fine recupero l’allegra brigata, ma ora bisogna caricare i bagagli sulla nostra Peugeot 3008 e ripartire alla volta di Milano.
Finite le pratiche burocratiche in hotel, pianifichiamo l’itinerario: non si può andare in Germania senza passare dalla Foreste Nera.
Entrando nelle famigerate Autobahn tedesche il nostro viaggio scorre tranquillo fino alla prima sosta carburante da quando siamo partiti per Milano: abbiamo subito notato i consumi pacati della Peugeot 3008, una media di 19 km/lt.

Durante il passo dello Spluga abbiamo sporcato il magnifico tetto panoramico: parte subito una sfida tra me e Monica a chi sarà più efficiente e veloce nel pulirlo, per poi goderci il panorama sopra i nostri occhi.
Arrivati nella cittadina di Baden-Baden, la tranquillità e il silenzio che avvolgono questo borgo tedesco ci hanno e a dir poco spiazzati, noi così abituati al caos frenetico della nostra Milano. Il parco centrale sembra un oasi di felicità e il verde è talmente curato he farebbe venir voglia a chiunque di sdraiarsi e rotolarsi nell’erbetta fresca.
Il nostro viaggio continua, maciniamo chilometri. Arrivati al confine svizzero di Basilea, comincio a pensare con timore alle leggende nere sui ferrei limiti di velocità e sulle rigidissime normative svizzere: storie narrano di un signore che a bordo della sua supercar si è visto recapitare una multa da un milione di euro. Insomma, in Svizzera non si scherza e noi facciamo altrettanto.

Il paesaggio elvetico è stupendo con le sue valli piene di verde, animali al pascolo, baite in legno; gli scorci per delle foto mozzafiato sono ovunque e noi non perdiamo questa occasione, fermandoci poco dopo Losanna per ammirare il lago.

Oramai sono passate le 18 e la luce sta iniziando a scomparire. Ci avviciniamo al confine di Ponte-Chiasso; entrati in Italia notiamo subito di essere arrivati a casa: caos, traffico e guida selvaggia ci accolgono a darci il benvenuto. Ma siamo arrivati nel nostro Bel Paese, che non cambieremo mai con nessun altro, perché lo amiamo come abbiamo amato viaggiare a bordo di questa Peugeot 3008 BlueHDi, per oltre 1400 km in poco meno di 72 ore.


Potrebbe interessarti anche