Cinema

Roman Divas: il tributo di Vuitton al cinema italiano

Virginia Francesca Grassi
2 aprile 2013

Anna Magnani, Silvana Mangano, Virna Lisi, Monica Vitti, Ornella Muti. Cinque regine del nostro cinema d’autore, icone di un modello di femminilità senza tempo.
Le storiche attrici romane – di nascita o di adozione – dal 5 Aprile al 5 Giugno saranno anche protagoniste di “Roman Divas”, il prossimo programma dello Spazio Etoile Louis Vuitton.

Un omaggio alle grandi donne che hanno fatto la storia del cinema italiano, divenendo le muse per le future generazioni di registi italiani ed internazionali. Un tributo che si concretizzerà con la proiezione di cinque episodi di altrettante celebri commedie all’italiana, per raccontare la nostra società dagli anni Cinquanta agli anni Settanta.
Così, troviamo la spensieratezza della Roma degli anni ’50 nell’ironico e divertente episodio “Anna Magnani” tratto da “Siamo donne”, in cui l’attrice, diretta da Luchino Visconti, interpreta un’esuberante versione di se stessa .

La macchina da presa di Mauro Bolognini indaga invece le relazioni e le dinamiche di coppia in “Luciana”, tratto da “La mia signora” del 1964, in cui Silvana Mangano intreccia un flirt in aeroporto con uno sconosciuto. Come nel film “La donna” di Nanni Loy, da “Made in Italy”, in cui Virna Lisi si confronta con le proprie scelte di vita.

Infine Ornella Muti e Monica Vitti, rispettivamente dirette da Mario Monicelli in “Autostop” (da “I nuovi mostri”) e Luigi Comencini in “L’equivoco” (da “Basta che non si sappia in giro”), sono protagoniste di episodi in cui avventure e scambi di persone danno vita a finali inaspettati.

Lo spazio Etoile Louis Vuitton è situato al secondo piano dello store di Roma, circondato dalle più belle creazioni della Maison e da una libreria dedicata al cinema e suoi miti.

Come le cinque leggende a cui “Roman Divas” è dedicato, lo spazio unisce la passione per lo stile del proprio creatore a quello per la pellicola. E deve infatti il proprio nome a uno di luoghi più cari ai romani: la celebre sala cinematografica “Etoile”. Costruita nel 1907, all’epoca d’oro dei film muti, con il nome di “Lux et Umbra”, rinominata “Etoile” negli anni ’70 , la sala fu la sede d’elezione e il punto di riferimento per la cinefilia romana, ospitando prime visioni, cerimonie, proiezioni eccezionali e eventi culturali, sino alla sua chiusura nel 1991.
Nel gennaio 2012 Louis Vuitton ha riportato in vita “Etoile” nel rispetto della straordinaria storia dell’edificio, offrendo a tutti i visitatori la possibilità di assistere a proiezioni di cortometraggi d’autore su grande schermo, con una programmazione periodica, selezionata intorno a tematiche ben precise.
Un omaggio della Maison alla capitale del cinema e alle leggende che Roma, l’affascinante città della dolce vita, la Hollywood sul Tevere, ha saputo creare nel tempo.

Virginia Grassi


Potrebbe interessarti anche