Advertisement
Sex

Romanticismo: cosa vogliono le donne?

Azzurra Bennet
24 febbraio 2016

gatsby

Dio è morto, Marx è morto, e anche la cavalleria si sente poco bene.

Non ho mai sopportato coppiette melense e zuccherose da immediata iniezione di insulina necessaria. Anche da fidanzata non sono mai stata il tipo eccessivamente dolce.

Sono sempre stata convinta che il romanticismo non abbia nulla a che fare con le schifezze che vedo tutti i giorni su Facebook (cuori, cuoricini, dediche, commentini…Ma non avete whatsapp?) e non ho mai tollerato lo spammare pubblicamente senza sosta la propria felicità coniugale. Ci ho sempre visto qualcosa di tremendamente fittizio (o molto inquietante) nel voler dimostrare al mondo le proprie sicurezze sentimentali.

Allora in cosa consiste per me il romanticismo? Cosa cerco in un uomo? Facile: prendete un Mr. Darcy da una vecchia edizione di Orgoglio e Pregiudizio (ma anche quello di Bridget Jones andrà bene), spremete le abilità sessuali di Mr Grey, buttate via il resto (vogliamo uomini di spessore) e mischiate tutto con l’appassionata tenacia di Gatsby nel conquistare una donna.

Orgoglio-e-pregiudizio

Ormai abbiamo capito di aver avuto la sfiga di capitare a cavallo di uno scambio generazionale di ruoli – o chiamatelo come volete – e che le donne si sono stufate di essere mansuete statuine, mentre gli uomini non sanno più che pesci pigliare e per comodità si allineano al trend “parità dei sessi” (quando vi fa comodo eh!), ma la verità è che questo non ha nulla a che fare con la galanteria.

Ci sono cose in un rapporto che è bello competano ancora a un uomo. Non sto dicendo che sia un obbligo, attenzione, sto solo dicendo che noi fanciulle cominciamo a sentirci un po’perse senza certi gesti che, ammettiamolo, ci fanno piacere e vi faranno acquistare punti.

Ad esempio, se chiedete a una ragazza di uscire, proponetele un passaggio sia all’andata che al ritorno e al massimo sarà lei a declinare e venire con mezzi propri. Davvero vi costa così tanto fare qualche metro di strada per la donna con cui volete uscire? A mio avviso è una cosa che fa davvero cascare le braccia. Livello depressione da 1 ad Adele: Lana del Rey.

Offrire al primo appuntamento è una regola aurea; ovviamente il gesto di tirare fuori il portafoglio e ringraziare sono d’obbligo, ma davvero non sapete che è buona educazione, se avete invitato, offrire la consumazione?

Le cose cambiano ovviamente quando si è in una dinamica di fidanzamento, personalmente mi è sempre andata bene in passato e ho avuto fidanzati davvero galanti, ma ogni tanto mi piaceva ricambiare offrendo io o con qualche sorpresa.

Immagini

Le soprese, ecco un’ altra cosa che ci fa “battere il cuore” (e capita anche alle fanciulle che sembrano non averlo). Non sto parlando di megaregali e mazzi di scarpe (per carità, se proprio volete non conosco nessuna donna che si tirerebbe indietro), ma anche solo di un’improvvisata sotto casa, al lavoro oppure una partenza inaspettata.

Ho l’assoluta certezza che molti uomini insorgeranno leggendo questo articolo, ma ci tengo a precisare una cosa: non sto parlando di mezzi, è ovvio che è tutto proporzionato alle disponibilità della persona in questione. Ma, perdonatemi, se il mio ragazzo va a cena fuori due volte e a settimana con gli amici e non mi offre nemmeno un pranzo in un mese, mi girano le scatole.

Non cerchiamo l’uomo perfetto, ma qualcuno che almeno desideri provarci e sia mosso dall’intento. Leggetevi Orgoglio e Pregiudizio, Darcy non capisce una fava ma alla fine raggiunge la meta, oltretutto ne guadagnerete anche in cultura.


Potrebbe interessarti anche