I nostri blog

Routine di bellezza

staff
7 dicembre 2011


È ormai risaputo che per massimizzare l’aspetto della nostra pelle ci vogliono cure costanti e buone abitudini giornaliere.
Sarà che siamo vicino a Natale e io mi sento più buona, ma ho deciso di migliorare la mia routine quotidiana di bellezza usando prodotti più adatti al mio tipo di pelle e cercando di smettere alcune cattive abitudini.
Partiamo dalla cattive abitudini. La prima è decisamente quella di toccarsi la faccia e io vivo con le mani in faccia. Infatti i microbi che pullulano sulle mani, passate al supermercato, in metropolitana, in università, sono allegramente depositati sul viso quando lo tocchiamo! La seconda cattiva abitudine che ho deciso di eliminare è quella di prendere la crema dal vasetto con le mani. Se non sono perfettamente pulite infatti i germi che passano nella crema, una volta che questa viene chiusa e messa via, magari in un cassettone di fianco alla lavatrice che scalda, crea una coltura batterica come quelle che faceva il mio professore di biologia alle scuole superiori! Quindi usare le spatoline che spesso danno con le creme per prelevarne dalla confezione e metterla sul viso.
Passiamo al regime di bellezza. Se c’è una cosa per cui ricevo complimenti è la pelle. Usare prodotti adatti e trattamenti settimanali è vitale. Io per pigrizia, o pensando di avere risultati migliori prima, ho usato nell’ultimo periodo prodotti creati per pelli grasse o miste, quando in realtà ho la pelle abbastanza sensibile e secca (non so se l’ho fatta diventare secca io a furia di Clarifying Lotion 3 di Clinique). Essendomi trovata con zone super screpolate del viso, mi sono detta: “è decisamente ora di cambiare!”.
Ho quindi messo da parte il tonico esfoliante di Clinique e il Topexan (lo so che è una bestemmia, ma come struccante e detergente funziona da dio!!) e la crema idratante a caso di Clinians e ho fatto spese.
Prima di tutto le salviettine struccanti, da usare prima di lavarsi il viso. In questo modo levo prima tutto lo strato di trucco e permetto al detergente di fare il suo lavoro. Il detergente: Clarins “Doux Nettoyant Moussant” per pelli secche o molto secche, non era esattamente quello che volevo, ma ho scoperto che nonostante l’apparenza cremosa pulisce seriamente il viso lasciandolo bello teso, come farebbe un sapone, ma non secco! Per il tonico ho scelto un classico: l’Acqua di Rose di Roberts, quella nella bottiglia blu e l’etichetta antica. Con quella si va sul sicuro, toglie i residui di detergente e comincia ad idratare. In più dicono che sbianchi la pelle e aiuti a prevenire le rughe. Non è che ci creda moltissimo!
Ultima, ma non meno importante è la crema idratante: Clarins Hydraquench Cream per pelle secca o normale. Non ho scelto di proposito quella per pelli secche e molto secche per non sovraccaricare i miei pori che nonostante tutto mi fanno qualche scherzetto ogni tanto!
Sono indecisa se comprare prossimamente anche la maschera ed il siero idratante di questa linea, gli ho già provati entrambi e devo dire che ai tempi mi diedero ottimi risultati!
Per quanto riguarda i trattamenti settimanali, per ora mi limito ad una volta o due a settimana a farmi un bello scrub con Angeli a fior di pelle di Lush. Ho già parlato di questo prodotto in una recensione, è veramente ottimo e affina davvero la grana della pelle. Ho intenzione però domani pomeriggio di andare da Lush a prendere un prodotto di natale che si chiama Cherubini a fior di pelle, è uno scrub più delicato ed idratante con un profumino da mangiare, ma sarà prodotto (a quanto ho capito) solo nel periodo natalizio, quindi meglio correre!
Voilà ecco la mia routine!

 

Iashy


Potrebbe interessarti anche