Advertisement
Gossip

Rupert Everett: Non ho fatto 007 solo perché sono gay

staff
17 febbraio 2012

“Se dichiari di essere gay lo show business ti offre solo parti da omosessuale. Una scelta che ho pagato. Se avessi una bella moglie, una casa a Malibu, tre bambini, un cane e una station wagon, avrei girato molti più film”. A dirlo in un’intervista a Gioia è Ruper Everett. L’attore continua parlando di un suo grande rimpianto: “Sapevo perfettamente cosa rischiavo. C’è una sola cosa che mi dispiace tanto: non aver potuto interpretare 007!”.

Ora Everett è nelle sale cinematografiche con “Hysteria”, commedia in costume sull’invenzione del vibratore. La star dice di aver capito qualcosa di nuovo sulle donne. “Non conoscevo la storia del vibromassaggiatore – dice – l’ho scoperta solo quando Tanya Waxler, la regista, mi ha cercato. Io sono cresciuto in un ambiente molto aperto, con donne forti e determinate, senza vincoli. Solo da adulto mi sono reso conto che sono state vessate per due milioni di anni e non è ancora finita”.

 

Fonte: TMNews


Potrebbe interessarti anche