Destinazioni

Saint Tropez: guida alla Dolce Vita

Federico Sigali
9 luglio 2016

home

Meta estiva incontrastata del jet set internazionale, St Tropez è la perla della costa Azzurra. Ma dietro il suo fascino patinato, le file di yacht ormeggiate nel suo pittoresco porticciolo e le boutique dei grandi brand internazionali, St Tropez conserva gelosa alcuni indirizzi per veri conosseurs, tutti da scoprire.

2

Quando andare
L’estate è il miglior momento per visitare Saint Tropez. Hotel, ristoranti e negozi sono spesso chiusi durante i mesi invernali. Fino alla seconda metà di luglio c’è gente e molta vita ma l’atmosfera è ancora vivibile, mentre in agosto la cittadina diventa spesso troppo affollata. La stagione si conclude poi i primi di ottobre con “Les Voiles de Saint-Tropez”, regata per vele d’epoca che si tiene ogni anno e a cui partecipano più di 300 imbarcazioni storiche.

3

Cosa fare
L’attività principale è certamente il dolce far niente ed il rilassarsi sulla lunga spiaggia chiara di Ramatuelle. Qui si concentrano i principali stabilimenti balneari che soddisfano i gusti di chiunque. Per chi vuole rilassarsi la miglior scelta è Le Bronzes (Villa Les Roses Quartier St Joseph), tranquillo stabilimento vecchio stile con un ottimo ristorante di pesce. Per chi vuole invece stare in un ambiente alla moda ed esclusivo Club les Palmiers (Route de l’Épi) è l’indirizzo giusto. Per chi poi cerca una spiaggia con musica che già dalle quattro del pomeriggio si trasforma in una vera e propria discoteca en plein air, Bagatelle (Route de l’Épi Plage De) è l’adresse da segnare.
Anche la cultura a St Tropez ha però la sua importanza. Il passato artistico di questo ex paesino di pescatori che dagli anni ’30 in poi ha attratto artisti da tutto il mondo, si fa sentire. Il Musée de L’Annonciade (Rue Georges Clemenceau) contiene infatti capolavori da far invidia al Musée d’Orsai, con Manet, Renoire e Picasso. I più attivi possono poi andare a fare un’escursione in una delle tante aziende vinicole della zona. Da queste parti si produce infatti un ottimo rosé che accompagna ogni momento della giornata, dal pranzo all’aperitivo. Lo Chateau des Marres (Route des Plages), bellissima azienda a pochi kilometri dalle spiagge, organizza degustazioni su appuntamento.
Se poi passeggiando tra le vie dello shopping volete provare un’esperienza veramente tropezienne, fermatevi in Place des Lices a giocare alla pétanque, alias bocce, molto in voga fra gli abitanti locali.

4

Dove dormire
Nonostante la vasta offerta alberghiera ed i prezzi da capogiro, trovare una sistemazione in piena stagione non è cosa semplice. Per questo conviene sempre prenotare per tempo. La miglior soluzione per chi vuole alloggiare direttamente in centro città è l’hotel de la Ponche (5 Rue des Remparts), albergo preferito da tante personalità degli anni ’60 e ’70 (Brigitte Bardot, Romy Schneider, Catherine Deneuve): bellissima atmosfera in una delle zone più pittoresche del centro.
Per chi invece desidera alloggiare vicino al mare il Kon Tiki (4363 Route des Plages) offre delle villette in legno, letteralmente pied dans l’eau, molto carine. Se invece volete concedervi un sogno, lo Chateau de La Messardiere (2 Route de Tahiti) è uno degli hotel più belli dell’intera Costa Azzurra: un castello in stile provenzale con viste mozzafiato e un servizio da mille e una notte.

5

Dove mangiare
Tappa obbligata per colazione è il Cafè des Arts (1 Place Carnot), celebre per i croissant alla marmellata. La vicina omonima Brasserie des Arts (5 Traverse des Lices) è invece uno dei locali più alla moda per cena (rigorosamente da farsi dopo le 10 di sera) con un’ottima carta dei vini, musica alta e atmosfera festosa. Le Club 55 (43 Boulevard Patch) è poi il ristorante sulla spiaggia più gettonato della riviera: cibo ottimo, pesce freschissimo e clientela elegante. Senequier (Quai Jean Jaurès) è dove invece si va per l’aperitivo. Questo storico bar sul porto è il miglior punto panoramico per i people watchers. Il ristorante dell’Hotel de la Ponche è molto amato dai veri tropezienne per gli ottimi piatti di pesce e la bella terrazza con vista mare. 

6

Bar e nightlife
Per l’orario dell’aperitivo i locali sulla spiaggia la fanno da padroni. Il Nikki beach (1093 Route de l’Épi) inizia alle 17 con la musica a bordo piscina e ospita spesso dj di fama internazionale. Al Moorea Plage (Plage de Pampelonne, Chemin des Moulins) si può poi sorseggiare un bicchiere di vino con i piedi immersi nella sabbia. Per i nottambuli ci sono solo due discoteche in città, entrambe a ingresso libero, ma con severo face control: Vip Room e Caves du Roy, veri templi della movida della riviera.

1

Come arrivare:
In auto: dal confine con l’Italia è raggiungibile con la A8, attraversando Menton, Nizza, Cannes e St.-Raphaël. Ottimo percorso per ammirare le bellezze della Costa Azzurra.
In treno: con il treno Thello si può raggiungere Nizza da Milano. Arrivati in Francia le stazioni più vicine a Saint Tropez sono quelle di St.-Raphaël (38 km), des Arcs (47 km) e Tolone (70 km). Da qui si possono prendere un taxi o un bus di linea diretto a Saint Tropez.
In aereo: gli aeroporti più vicini sono Nizza e Tolone.


Potrebbe interessarti anche