Advertisement
Design

Salone 2016: Superstudio Più, che Show!

Francesca Bertino
15 aprile 2016

IMG_1437

La Design Week è ufficialmente iniziata e come ogni anno non può mancare l’appuntamento con il SuperDesign Show nel Tortona District! Il tema di quest’anno è White Pages, un invito a scrivere le parole chiave del futuro, raccontandole al pubblico in una ideale “pagina bianca” all’interno del proprio spazio.

IMG_1452

Una delle grandi installazioni più suggestive è sicuramente “Colors”, di Barovier&Toso e Paola Navone, un progetto visionario attraverso un viaggio immaginario tra culture e paesaggi diversi. I quasi 1000 metri quadrati dello spazio Daylight accolgono un villaggio di sei grandi yurte (abitazioni nomadi dell’Asia), ognuna dedicata ad un colore del vetro dell’azienda muranese e alla sua potenza evocativa. Entrando in ogni ambiente sembrerà di addentrarsi in un angolo di mondo, con atmosfere magiche che affascinano attraverso prodotti iconici e pezzi unici.

Superstudio_Asahi

I giapponesi di AGC Asahi Glass, con il progetto “Amorphus”, rivoluzionano l’usuale idea del vetro con una struttura di micro molecole prive di una forma definita. L’installazione è realizzata usando migliaia di frammenti di vetro sottile temprato chimicamente, che fa vivere un’esperienza unica all’interno di un ambiente ricco di giochi di luce e riflessi, che, leggero, libero e ricco di espressività, fa immergere il visitatore in un microcosmo.

Superstudio_Sunbrella

L’installazione #sunbrellacanopy è una micro architettura ispirata alla poetica canopia e realizzata da Élise Fouin con l’impiego di una moltitudine di telai da ricamo uniti tra di loro, sospesi e ricoperti dalle differenti qualità e sfumature di colore di Sunbrella. Si ha la sensazione di addentrarsi in una foresta fatta di tessuto, penetrata da luce incantata.

Superstudio_Mario Cucinella

Nel Basement si parla di design e architettura sostenibile nello spazio polifunzionale di Mario Cucinella, tramite workshop, laboratori di prototipazione e molte altre iniziative in collaborazione con la scuola “SOS – School of Sustainability” del grande architetto.


Potrebbe interessarti anche