Advertisement
Letteratura

Salone del Libro 2014: il Bene a Torino

Maria Stella Gariboldi
7 maggio 2014

copertina

L’appuntamento con i libri si concentra a Torino, per la XXVII edizione del Salone Internazionale del Libro.

Dall’8 al 12 maggio va in scena questo incontro ormai istituzionale con la letteratura italiana e straniera, un evento che è anche occasione di confronto su temi più vasti, che vanno dalla cultura ai problemi della società. Proprio in risposta al periodo di crisi trasversale che sembra investire non solo l’economia, ma anche altri aspetti del vivere contemporaneo, arriva la scelta del tema dell’edizione 2014.

Sarà infatti il Bene il filo conduttore della rassegna, una tematica che vuole proporre in chiave positiva uno sguardo sulla problematicità quotidiana, opponendo all’assoluto relativismo delle intenzioni (che si trasforma in caos e opportunismo) l’esistenza di qualcosa che si opponga al male. Bene come valore etico o idea filosofica, con le sue implicazioni giuridiche, scientifiche, ed economiche. Un Bene necessario, come ricorderà la madrina Susanna Tamaro nel suo discorso inaugurale.

img2

Paese ospite d’onore del Salone sarà non a caso la Santa Sede, presente con uno stand d’eccezione allestito nel terzo padiglione del Lingotto: una riproduzione della pianta della nuova Basilica Vaticana per come era stata realizzata da Donato Bramante. Tra i materiali di provenienza vaticana esposti, alcuni pezzi pregiatissimi come i manoscritti originali dell’Inferno dantesco illustrati da Sandro Botticelli e un’Iliade  in greco con teso latino a fronte.

Tra gli ospiti più attesi, molti nomi italiani e stranieri – e non solo letterati: Stefano Benni, Andrea Vitali, Salvatore Niffoi, Gianrico e Francesco Carofiglio, Walter Siti, Francesco Piccolo, Michele Serra, Paolo Giordano, Massimo Carlotto, Dacia Maraini, Ildefonso Falcones, Steve McCurry, Serge Latouche, Luis Sepúlveda, Piergiorgio Odifreddi, Matteo Renzi, Massimo Cacciari, Giuliano Ferrara, Ferzan Ozpetek, Alberto Angela.

img3

E gli incontri non si esauriscono al Lingotto: per l’undicesimo anno anche questa edizione della rassegna sarà accompagnata da Salone Off, un programma fittissimo di 500 appuntamenti (quasi tutti ad ingresso gratuito) disseminati per le vie torinesi, e per la prima volta estesi a tutte le circoscrizioni urbane.

Per info visita il sito: www.salonelibro.it

Maria Stella Gariboldi

 


Potrebbe interessarti anche