Design

Salone e Fuorisalone 2015: il vero design

Davide Chiesa
21 aprile 2015

copertina DLM 2015

Dopo la conclusione del Salone del Mobile 2015, che si è rivelata un’edizione assolutamente innovativa e di grande ispirazione per tutti gli operatori del settore, annoverando la presenza di moltissimi designer, iniziative, nuovi prodotti e nuovi modi di comunicazione del progetto, vogliamo proporvi una selezione e una piccola cronistoria di quello che ci è sembrato più interessante e innovativo.

Nell’edizione di Euroluce vi segnaliamo Mesh di Francisco Gomez Paz per Luceplan, una rete di elementi illuminanti a LED che modifica la sua struttura in maniera molto fluida; indimenticabile allestimento per Flos di Ron Gilad che, con estrema pulizia e grande equilibrio ha esaltato i numerosi progetti tra cui il nuovo di Jasper Morrison, un disco di 3 cm di spessore montato su un treppiede alto 150 cm che illumina l’ambiente come una grossa lente di ingrandimento.

La nuova scoperta di Piero Gandini, Michael Anastassides, ha poi allestito uno stand in totale autonomia dove presenta una collezione di elementi nuovi e poetici con un chiaro riferimento alla scultura di Calder. Magis ci ha portato nel suo mondo con Officina, un progetto curato da fratelli Bourullec di tavoli e sedie più simili al mondo industriale che non a quello domestico e un progetto di sedute dell’architetto giapponese Oki Sato che si è divertito a scomporre un oggetto di utilizzo quotidiano. Nello stand di Riva 1920 abbiamo potuto apprezzare la totalità della produzione in legno massello, caratteristica precipua della produzione e un’istallazione di un tavolo costituito da blocchi di scarto della produzione. Meritalia ha presentato Minah, un interessante progetto di Massimiliano e Doriana Fuksas con l’eleganza e la sobrietà che da sempre li caratterizza. Segnaliamo anche Durini 15, un appartamento completamente ristrutturato da Andrea Castrignano che permette di scoprire soluzioni di arredo e finiture di alto livello realizzate con lo stile e la professionalità di un personaggio conosciuto e apprezzato. Interessante ed innovativa la scacchiera presentata da DCD Design per Idea Factory che utilizza lo stampaggio 3D per riproporre un ipotetico skyline di Milano per il più classico dei giochi da tavolo. India Mahdavi ha presentato per Bisazza una nuova collezione di piastrelle in cemento optical utilizzando una tecnologia povera e molto conosciuta agli inizi del secolo scorso. Da segnalare infine nella show room Zanotta di piazza Tricolore un interessantissimo allestimento in omaggio alla genialità di Carlo Molino, di cui Alessandro Mendini ha esposto i meriti nella serata di presentazione.

Il Salone del Mobile 2015 è appena concluso e ha lasciato dietro di sé una scia d’innovazione e di forte motivazione per la promozione del gusto Made in Italy che nel prossimo semestre sarà strategico in termini di presentazione sul panorama internazionale.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com


Potrebbe interessarti anche