Gossip

Sandra Bullock: “Nella Hollywood di oggi non sopravviverei”

Flavia Rita Grotta Roldan
14 gennaio 2016

Women In Film 2015 Crystal + Lucy Awards

Se avesse dovuto cominciare la sua carriera da attrice oggi, Sandra Bullock non avrebbe avuto lunga vita nel mondo di Hollywood. La star premio Oscar, infatti, ritiene che il mondo del cinema imponga eccessive pressioni sugli attori quasi costretti a “vendere” alcuni aspetti della loro vita privata, pur di rimanere sulla cresta dell’onda.
Non potrei mai sopravvivere oggi in questo settore, se dovessi cominciare adesso – ha dichiarato la Bullock al The Times – non avrei lo stomaco per farlo. Penso di essere un po’ più resiliente, ho lavorato solamente ogni due anni. Ma non ho veramente l’intestino per affrontare quello che deve affrontare un attore emergente. Non venderei mai aspetti personali della mia vita. Penso che alle persone venga chiesto di vendere se stesse, oltre ai film. Io non ce la faccio. Mi arrenderei miseramente, se dovessi ritrovarmi in queste situazioni“.
Sandra – catapultata nel mondo di Hollywood dopo la sua performance al fianco di Sylvester Stallone in Demolition Man, film datato 1993 – crede che sia un “miracolo” il fatto di essere riuscita a diventare un’attrice di successo.
Ero un’attrice che tentava di emergere e che si è ritrovata improvvisamente coinvolta in un grande film, con una parte da protagonista. È un miracolo che sia riuscita a nuotare e a non affondare. Nessuno sapeva assolutamente nulla di me e a nessuno interessava. Ero solamente una persona che lavorava dietro le quinte con dei pantalonacci. È stato un periodo lieve, gentile e più privato della mia vita“.


Potrebbe interessarti anche