Advertisement

Sanremo 2015, il vincitore dei giovani e gli eliminati dei big

Elisabetta Pacifici
14 febbraio 2015

Sanremo 2015 4 1

La serata inizia con la sfida dei quattro giovani, rimangono in finale i Kutso, con un ironico Conti sotto la doccia e i sorrisi mancati di Caccamo. Tornano i Pilobolus a stupire con le loro meravigliose ombre. Se i look della Clerici vi sembravano estrosi è perché ancora non avevate visto quelli delle tre vallette di questa serata: per Arisa niente scalinata ma un look di unione tra Betty Boop e Olivia, Emma vuole una musica da figa ma è ricoperta da una tenda dell’800, solo Rocìo è elegante nel suo abito a fiori, ma anche lei non se la cava benissimo con la scalinata.

La gara inizia con Annalisa che, con lo spacco ancora più profondo della sua voce, ha molta più sicurezza nell’interpretazione. Il rosso è il colore di questo Sanremo, ma stasera Nesli ha esagerato: un papavero troppo pop e per niente rapper. Entra Irene Grandi e ora, nella quarta serata, possiamo dire di aver compreso la sua canzone, profonda un po’ troppo per un festival in cui l’impatto deve essere immediato.

Dopo la vittoria nella sfida delle cover Nek è molto più sciolto, sfoggia una t-shirt a maniche corte senza il cappotto della serata precedente. Sempre senza gonna si esibisce Bianca Atzei che canta i Modà con la stessa naturalezza di Emma in versione elegante.

sanremo 2015 4 4

Il primo ospite della serata è il c.t. della Nazionale Antonio Conte e i suoi capelli che, con uno scoop che scoop non è, ribadisce che non lascerà la nazionale assolutamente e grida senza esitazione Forza Italia per la gioia di Berlusconi e di Blob. La gara continua con Biggio e Mandelli, convinti che per loro sarà l’ultima serata; ascoltandoli l’unica cosa che viene da pensare è il perché non si siano presentati come ospiti invece che come imitatori-cantanti.

Sempre tirato a lucido ecco Moreno che porta freschezza in questo festival di lagne, ma subito dopo la botta di energia ci vuole la ninnananna di Lara Fabian. Finalmente la comicità entra sul palco dell’Ariston con Virginia Raffaele che imita la Vanoni, un travestimento e un’imitazione perfetta dalle canzoni ai racconti d’amore in camerino. Rispetto alla coppia precedente, la loro partecipazione a Sanremo ha avuto un significato profondo, messaggio esplicito nascosto nel testo e nelle lacrime di Platinette e Grazia di Michele. Giovane e, al contrario di quello che molti vogliono far credere, talentuoso è Lorenzo Fragola: lieve ma arriva come un pugno. La storia di Sammy, ragazzo affetto dalla rara sindrome da invecchiamento precoce fa venire i brividi in sala e arriva fino alle case, la sua forza dovrebbe essere d’esempio a molti e la domanda di Carlo Conti uno spunto di riflessione per tutti.

sanremo 2015 4 2

Con il suo pezzo perfetto per il Festival si esibisce poi la Tatangelo, lineare entra e lineare esce. Sono considerati dalla loro prima nota sul palco i vincitori annunciati del festival: Il Volo, sempre più sicuri del loro successo, si prendono tutti gli applausi che il pubblico gli dona ancora prima di iniziare. Flop invece per Gabriele Cirilli con un monologo sentito già mille volte, molto più divertente Arisa nei panni da infermierina mentre prescrive antidolorifici.

Lui in finale deve arrivarci, non tanto per la canzone ma per l’impegno che ci mette per cantarla: Grignani nel ritornello è un Grignani nuovo. La canzone di Malika Ayane arriva come lei, forte ed elegante, coraggiosa e quasi spietata. Una band a cui manca poco per essere davvero scontata sono i Dear Jack, che si esibiscono ma non lascia il segno.

Si arriva alla proclamazione del vincitore dei giovani ed è il cantautore siciliano Caccamo che si ritrova tremante e ricoperto di premi. Tocca subito dopo a Masini: la sua canzone come già detto è nel suo genere e sarà un gran successo per tutti i sui fan, ma solo per loro. “Donne” cantata dall’ospite più elegante della serata, Elena Sofia Ricci, doveva entrare in gara. Vi prego, togliete I Soliti Idioti e fate entrare lei.

sanremo 2015 4 5

Nina Zilli carichissima come sempre e con un’ottima interpretazione non delude mai. La sua chitarra è il vero punto di forza, Alex Britti sfonda una porta già aperta con una canzone parlata più che cantata. Il call center di Virgina Raffaele ci regala tutte quelle risate negate fino a questa sera: bravissima, nulla da aggiungere, davvero. Fino all’ultimo la partecipazione di Raf è stata incerta a causa di una bronchite e invece eccolo di nuovo; la canzone sarà un vero successo…dopo il festival. L’ultima in gara è Chiara, voce che a mezzanotte passata ci tiene svegli, ma il testo avremo tempo per provare a capirlo.

Il mai banale Giovanni Allevi è tra gli ospiti musicali della serata, un momento di magia racchiuso tra le sue mani che suonano con naturalezza il piano e la maglia nera a cuori rossi. L’ultimo ospite è invece internazionale: The Avener canta “Fade Out Lines” e nonostante l’ora riesce a far ballare parte del pubblico ancora sveglio.

sanremo 2015 4 3

Il verdetto finalmente arriva, gli esclusi sono Biggio e Mandelli, Lara Fabian, Raf e Anna Tatangelo. La serata si conclude sulle note della canzone di Caccamo, cantata per la terza volta in una serata, povero ragazzo.

Quale sarà la canzone vincente stasera? Rimarremo stupiti o tutto accadrà come da pronostici?