Advertisement
Lifestyle

Sanremo 2016: gli Stadio vincono un’edizione da record!

Mirco Andrea Zerini
14 febbraio 2016

sanremo2

La 66esima edizione del Festival di Sanremo – in calendario dal 9 al 13 febbraio 2016 – si è ufficialmente conclusa con la vittoria degli Stadio con Un giorno mi dirai.

La serata finale è stata contraddistinta dall’intervento – come ogni sera – di super ospiti (forse un po’ sottotono rispetto ai grandissimi Laura Pausini, Pooh ed Eros Ramazzoti che hanno dominato le precedenti).

Sanremo Music Festival 2016

Roberto Bolle in un coinvolgente assolo sulle note di We Will Rock You ha ammaliato il pubblico, soprattutto quello femminile, esibendo una fisicità scultorea da vero Dio greco, Cristina D’Avena ha portato un po’ di anni ’80 scatenando l’entusiasmo in platea con le intramontabili Occhi di Gatto e I Puffi (solo per citarne alcune), Renato Zero si è esibito in un incredibile medley dei suoi più celebri cavalli di battaglia.

Sanremo Music Festival 2016

Nel frattempo la gara dei Big continuava in modo incessante con l’iniziale ripescaggio di Irene Fornaciari con Blu e l’esibizione in serie di tutti i pezzi in gara, fino alla chiusura del televoto e al primo risultato: sul podio c’è posto solo per tre canzoni ed è occupato dagli Stadio, da Francesca Michielin e dal duo composto da Deborah Iurato e Giovanni Caccamo, forse i più meritevoli del trio.

sanremo8

A sorpresa, vincono gli Stadio, una vittoria non scontata ma sicuramente meritata.

Una serata piena di emozioni insomma per la kermesse canora per eccellenza che quest’anno è stata dominata dai nastri arcobaleno in favore delle unioni civili, dall’abile conduzione del padrone di casa Carlo Conti, dalla bellezza assoluta di Madalina Ghenea, dalla simpatia e dalle imitazioni esilaranti di Virginia Raffaele e dall’atteggiamento un po’ goffo ed impacciato di Gabriel Garko.

Sanremo Music Festival 2016

I numeri parlano da soli e decretano il successo assoluto di questa edizione, che ha tenuti attaccati al televisore milioni di telespettatori ogni sera e con una notevole copertura sui social network.

Le polemiche non sono mancate, ma si sa, il Festival alimenta sempre intorno a sé un “chiacchericcio” che quest’anno è stato decisamente favorevole visti gli ascolti record, imputabili – secondo noi – a due motivi: l’eccellenza in simpatia e ironia di Virginia Raffaele, vera rivelazione della kermesse, e la semplicità delle canzoni in gara che, vincitrici oppure no, sono destinate a trionfare in radio.


Potrebbe interessarti anche