Fotografia

Satoshi Fujiwara in mostra all’Osservatorio Prada in Galleria

Valentina Garola
30 agosto 2017

Fino al 16 Ottobre 2017, l’Osservatorio della Fondazione Prada in Galleria a Milano riapre le sue porte con “EU”, mostra antologica del fotografo giapponese Satoshi Fujiwara, curata da Luigi Alberto Cippini, in un allestimento di Armature Globale.

Il percorso include diversi progetti importanti dell’artista: al primo piano “5K Confinement”, che testimonia l’intervento spaziale e architettonico all’interno di Ca’ Corner della Regina, sede veneziana di Fondazione Prada, durante lo svolgimento del prototipo di scuola sperimentale di cinema “Belligerent Eyes” dove Fujiwara si è confrontato con l’installazione architettonica del progetto documentando l’ambiente tecnologico e svelandone gli apparati di sorveglianza integrati. Al secondo piano, invece, è presente una raccolta di immagini scattate in diverse capitali europee e una retrospettiva che espande e riunisce opere da diverse serie: “Friday: A report on a report”, dove  la sua attenzione si focalizza sui fotogiornalisti e i reporter televisivi durante gli attacchi terroristici di Parigi del novembre 2015, “Scanning”, “Venus”, che documenta il comportamento del pubblico di una fiera erotica tedesca, “#R”, decostruzione di apparenti scontri tra polizia e manifestanti, “Continent”, “Police Brutality”, “Green Helmet”, “Animal Material” e infine “Mayday” .

L’allestimento della mostra, secondo il curatore, si presenta come “un conglomerato di formati e standard di definizione che registra l’assuefazione al consumo di immagini e la necessità di dialogare con le forme meno visibili di propaganda contemporanea”.

“EU”, costituita da sequenze di immagini assemblate volte a eliminare qualsiasi contesto narrativo lineare, vuole proporre un’alternativa ai regimi rappresentativi che stabilizzano l’attuale “identità fotografica europea” che, come afferma Cippini, “sembra essere determinata da rigidi standard di risoluzione, impatto e distribuzione.” Infatti, sempre secondo il curatore, “ un numero crescente di reporter freelance documentano quotidianamente avvenimenti sociali e politici all’interno e ai margini dell’Unione Europea, producendo immagini che sebbene libere da forme rigide di classificazione, rimangono sottostanti a determinati regimi estetici, di accessibilità, spaziali e di contenuto.” E sempre “queste costrizioni permettono e sostengono il lavoro delle nuove generazioni di fotografi, aumentando la possibilità di pubblicazione dei loro scatti e contribuendo alla formazione di un gusto medio e neutrale”.

La peculiarità di Fujiwara sta nella scelta delle inquadrature, della distanza focale dai soggetti immortalati e dalla eterogeneità dei suoi scatti, innescando un’azione pressante e critica sull’osservatore. Distanziandosi dai canoni standard del foto-giornalismo e da una dimensione esclusivamente documentaristica crea così un suo nuovo lessico.

“EU” è accompagnata da una pubblicazione, “5K Confinement. HD Environment Surface Surveillance “, a cura di Luigi Alberto Cippini ed edita da Fondazione Prada.

 

EU – Satoshi Fujiwara
7 Giugno- 16 Ottobre 2017
Osservatorio Prada, Galleria Vittorio Emanuele, Milano
Orari: 14-20 Sabato e 10-20 Domenica

 

Photo Credits: Satoshi Fujiwara, Eu, ©Fondazione Prada


Potrebbe interessarti anche