Design

Sculture? No, mobili contemporanei

Luca Medici
9 giugno 2015

Rebus di Arketipo

La regolarità passa anche attraverso forme semplici e strutturate, quasi a formare vere “opere d’arte contemporanea d’arredamento”. Strutture rigorose dettate da una razionalità sorprendente, ma che trasmettono un’armonia simmetrica quasi elementare, ecco i complementi di arredo che fanno tendenza, da mischiare oppure da utilizzare da soli, quasi a sottolineare la loro unicità. Linee basic, ma valorizzate da tinte ardite e materiali raffinati, come il legno e il metallo. Il forte impatto grafico viene valorizzato da riflessi di luce inconsueti, quasi a declinare il loro forte impatto scenico. Divani, coffee table, lampadari, librerie, tavoli e sedie… ecco come il design incontra la geometria. Volumi ben definiti, arredamenti dal forte carattere, ma contemporaneamente facili da abbinare e da utilizzare come icone di stile e di eleganza. Sorgenti luminose poste al centro di una “gabbia” in estruso di alluminio anodizzato diffondono la luce a LED in modo diffuso in tutto l’ambiente.

Elegie di Misuraemme

Materiali industriali per sedie impilabili adatte anche per esterni, da ingentilire con morbidi cuscini in tessuto o pelle. Elementi scultorei con schienali comodi e sofisticati, donano ai divani in espanso schiumato a freddo giochi di “pieno e vuoto” alternati a movimenti ondulati. Ottimi da utilizzare singolarmente oppure per infinite composizioni. Consolle con piano in cristallo trasparente che poggiano su “basi sculture” realizzate da una serie di cubi d’acciaio inclinati oppure, dal forte impatto grafico. Poltrone  totalmente in alluminio tagliato a laser e saldato, vere opere di design. Le librerie diventano semplici oggetti per contenere, formate da montanti in metallo verniciato e abbinati a ripiani sottili in legno naturale come il rovere mélange laccato opaco.

Quadra 2 Frau

Minimi spessori per ottenere un design assolutamente essenziale, questo è ciò che permette l’utilizzo di materiali “forti” come il metallo verniciato, declinato anche nei toni del marrone micaceo oppure titanio galvanizzato. A queste forme simmetriche non mancano certo le eccezioni, troviamo infatti anche tavolini realizzati da forme irregolari, composti da basi a tondino intrecciato e abbinati a top in cristallo trasparente fumé.
Insomma, osare con stile, ma strizzando l’occhio al rassicurante effetto geometrico che non smette mai di essere di moda, realizzando un look per la vostra casa moderno, ma “facile” ed immediato… senza tempo!

Luca Medici
www.my-home.biz