Lifestyle

Sempre stanca? 14 insospettabili abitudini da evitare

Flavia Rita Grotta Roldan
18 gennaio 2016

stanchezza_cronica

Se il lunedì mattina è ormai diventato un incubo, se svegliarsi diventa sempre più difficile e il senso di spossatezza ormai vi perseguita, se le canoniche 7-8 ore per notte non bastano più per farvi affrontare la giornate nel migliore dei modi, probabilmente è colpa di queste 14 inaspettabili cattive abitudini: gesti quotidiani che senza rendercene conto ci tolgono energia e vitalità.

Sfoglia la gallery per scoprire di cosa si tratta!

  • 1. L’ansia. Essere delle persone negative ed ansiose non aiuta affatto, a quanto pare i cattivi pensieri e l’angoscia esauriscono mentalmente. La parola d’ordine dunque è: RELAX.

  • 2. Ricercare la perfezione. La perfezione non esiste, questo è un dato di fatto. Ma chi continua ad inseguirla è e sarà sempre insoddisfatto e lavora spesso più a lungo del dovuto. Bisogna dunque stare attenti a non strafare.

  • 3. Non riuscire a dire di no. Essere sempre disponibili e non negarsi mai alle persone consuma ogni energia, fisica ed emotiva. Insomma, bisogna imparare a dire qualche volta di no!

  • 4. Usare pc e telefono in vacanza. Almeno in vacanza sarebbe bene prendersi una pausa dalla vita di tutti i giorni, quindi solo mettendo da parte il computer e il cellulare sarete davvero in grado di staccare la spina e tornare a lavoro più rilassati e produttivi.

  • 5. Caos in ufficio. Secondo uno studio dell’Università di Princeton, la scrivania disordinata può limitare la concentrazione, affaticandoci mentalmente più del dovuto.

  • 6. Dormire fino a tardi nel weekend. Alzarsi tardi nel weekend può rendere difficile prendere sonno la domenica sera, e di conseguenza il lunedì e così via, entrando in un circolo vizioso di stanchezza e sonno. L’ideale sarebbe svegliarsi al solito orario ed eventualmente concedersi un pisolino per rigenerarsi durante la giornata.

  • 7. Smartphone a letto. La luce degli smartphone influisce in maniera negativa sulla melatonina, l’ormone che regola il sonno. Gli esperti suggerisco di smettere di utilizzare smartphone e tablet circa una o due ore prima di mettersi sotto le coperte, e tenerlo a una distanza di almeno 30 centimetri da noi.

  • 8. Bere poca acqua. Forse non tutti sanno che l’acqua è un valido aiuto per combattere la stanchezza: la disidratazione corporea causa una riduzione del volume del sangue rendendolo più denso, un processo che induce il cuore e di conseguenza tutti gli organi del corpo a rallentare.

  • 9. Saltare la colazione. Per iniziare bene la giornata con energia e voglia di fare non c’è niente di meglio che fare una bella colazione equilibrata a base di farina d’avena, uova, latte, yogurt e un frullato di frutta fresca. Il nostro corpo, infatti, durante la notte continua a “lavorare” bruciando calorie che avremo bisogno di recuperare non appena svegli.

  • 10. Non fare esercizio fisico quando si è stanchi. Non c’è cosa più sbagliata di saltare il proprio allenamento quando si è più stanchi e svogliati: uno studio dell’università della Georgia ha dimostrato che gli adulti che intraprendono una sessione di allenamento di almeno 20 minuti per tre volte la settimana riportano benefici visibili e molta più energia in sole sei settimane. Non vi resta che darvi da fare!

  • 11. Mangiare junk food. Patatine fritte, hamburger e bibite gassate di certo non aiutano, anzi ci indeboliscono aumentando in maniera esponenziale la quantità di zucchero nel sangue. Una dieta equilibrata è importantissima, anche se, certo, uno strappo ogni tanto è concesso!

  • 12. Assumere poco ferro. Avere poco ferro nel sangue ci rende sempre più deboli. Per rimediare a questa carenza bisogna inserire nella proprio alimentazione cibi ad alto contenuto ferroso come carne rossa, legumi, tofu, uova, verdure a foglia verde, noci e noccioline, integrandoli con alimenti contenenti vitamina C per facilitarne l’assorbimento.

  • 13. Troppa caffeina. Gli scienziati hanno stabilito che tre caffè al giorno non sono dannosi, ma come sempre il troppo stroppia: l’uso smodato di caffeina blocca le adenosine, un prodotto delle cellule che regola il desiderio di dormire. Sarebbe dunque bene bere l’ultimo caffè entro le sei del pomeriggio.

  • 14. Bere alcolici prima di andare a letto. Anche se un buon bicchiere di vino aiuta a rilassare i nervi, a lungo andare può disturbare il sonno, quindi è bene smettere di bere alcolici almeno tre o quattro ore prima di andare a dormire.


Potrebbe interessarti anche