I nostri blog

Senza trucco

staff
26 giugno 2011


Ho già parlato qualche post addietro della mia adorazione per Clio, la regina web del make up. Veneta, trapiantata a New York, oltre alla sua professione di truccatrice, ha creato un suo canale you tube, dove dispensa dettagliati tutorial, recensisce prodotti, parla della sua vita; tutto questo in modo confidenziale, come farebbe una vecchia amica, con un calore, una limpidezza e una simpatia fuori dal comune. Chi, durante questi mesi ha imparato a conoscermi un po’, avrà intuito che io non amo molto le smancerie e tendo sicuramente a diffidare delle persone che si agghindano di troppi sorrisi e gratuita diplomazia; ho imparato che i sorrisi sono molto più facili da fingere rispetto ad altri atteggiamenti.
Detto questo, trovo che Clio faccia parte di quella minoranza per cui il sorriso è qualcosa che si percepisce arrivare dal fondo della pancia, naturale e avvolgente.
Oltre che per la sua amabilità e per i video, a cui mi dedico per ore intere, alla stregua di un’invasata, perché come è noto sono una patita dei prodotti di bellezza, Clio mi tiene attaccata allo schermo del computer per la dedizione al suo lavoro, per la professionalità, per l’onestà intellettuale che vedo accompagnare ogni sua intenzione. Sempre dritta, sempre schietta, con il sorriso ma mai accondiscendente, senza peli sulla lingua, eppure con un modo carico di savoir faire, e non acido – vedi il mio – con cui esprime le sue opinioni.
Mi ha molto colpita un video dedicato al fenomeno sempre più invadente di ragazze, che per ricevere prodotti gratis, diventano esperte critiche di cosmetici, senza avere in realtà nessun tipo di competenza. Clio afferma, con tenacia e dolcezza, che il suo scopo, il motivo per cui ha intrapreso questa esperienza in rete, è fare video di contenuto, tramite i quali condividere le sue passioni, dare suggerimenti, ed aprire una finestra sulla sua vita a coloro che la seguono; più volte sottolinea il termine “contenuti”. Il suo fine da allora ad oggi, nonostante la fama e la carriera in continua e concreta crescita, esperienze molto distanti dai fatui eventi di cui sono protagoniste le nostre fashion blogger, esperte del vacuo, non è cambiato.
Chiude questo video facendo un appello, e dando un consiglio, a quelle sventurate che intraprendono la strada del facile guadagno e dell’immeritato successo:
“Chiedetevi sempre se il gioco vale la candela perché piuttosto di avere dieci prodotti gratis, e però avere cinquanta persone che criticano e insultano […] è meglio preferire non averli, ma continuare a fare video e avere delle persone che apprezzano, perché questa è la cosa più importante […] Quando ricevo un pacco sono, sì, contenta […] è un regalo dal cielo, magari trovo cinquanta prodotti che non mi sarei mai potuta permettere […] ma la cosa che mi fa più piacere è quando apro una mail e trovo una ragazza che mi ringrazia e che mi fa dei complimenti […] La cosa che mi fa andare avanti è la vostra gratitudine […] il fatto che ci siano delle persone dall’altra parte che apprezzano il nostro lavoro, che ci considerino delle amiche. Nel momento in cui scatta quel meccanismo per cui quella persona che ti apprezzava inizia, invece, a vedere del negativo in te, inizia a pensare che tu sia disonesta, inizia a pensare che tu sia cambiata, quella cosa lì è una cosa che fa male… è una cosa che fa veramente male. E quindi chiedetevi sempre se ne vale la pena, perché fra le due cose, fra ricevere dieci prodotti gratis, che dopo un anno scadono, e ricevere cento commenti positivi, di persone che invece vi danno una carica, è la seconda quella importante. Il vostro obbiettivo non devono essere i dieci prodotti gratis, o le due case cosmetiche che vi hanno contattato, ma deve essere veramente migliorare come persona, grazie anche alle persone che vi aiutano e vi supportano in questa avventura”.
Perla rara e mosca bianca insieme, la Clio, in questo mondo del fashion online. Amare quello che si fa, mostrare dedizione e rispetto alla missione che ognuno di noi si prefigge, cercare sempre di avere una deontologia in qualsiasi campo è la più grande ricchezza di cui si può godere. Che si tratti di trucchi o di filosofia. Ed è per questo che mi scaglio violentemente verso quelli che non seguono questi principi. Vorrei solo avere la grazia di Clio nell’esprimere il mio disaccordo.
Inutile dire che potrebbe fare dei tutorial per insegnare a talune a stare al mondo.

 

Torquemood