Sex

Sex fitness

Lara Bottelli
27 novembre 2013

coppia_felice_letto

Qualche giorno fa mi sono ritrovata a navigare senza meta per l’eterogeneo mondo di internet e sono incappata in un argomento dal nome altisonante: il sex fitness. In altre parole elenchi di decine di esercizi per l’allenamento muscolare che promettono di aumentare il piacere durante il sesso.
Strano termine questo “sex fitness”.. un po’ arrogante anche. Insomma, ora mi volete dire che anche per fare l’amore – atto libero e spontaneo- ho bisogno di esercitarmi? Di allenarmi con quasi la stessa dedizione con cui tento di combattere la flaccidità di cosce e glutei? Ebbene pare proprio di si.
Di esercizi miracolosi per il sesso ce ne sono a bizzeffe. Io ho deciso di riportarvi quelli che, a mio modesto parere, possono avere un qualche barlume di fondamento scientifico.
Questi esercizi hanno tutti uno scopo comune: rafforzare e allenare i muscoli pubococcigei del pavimento pelvico ( per avere un’idea di che muscoli siano consiglio di provare ad interrompere il flusso urinario mentre fate pipì, i muscoli che si attiveranno sono i muscoli del pavimento pelvico). L’idea alla base di tutto è quindi che allenando questi muscoli si potrà avere miglior consapevolezza del funzionamento del proprio apparato genitale e quindi avere maggior controllo dell’orgasmo (ritardandolo o facilitandolo) e aumentarne l’intensità; ma anche combattere l’incontinenza urinaria, l’eiaculazione precoce, la disfunzione erettile, migliorare la tonicità della muscolatura vaginale -ad esempio nel post partum- e contenere rischi di prolasso di organi pelvici –frequentemente l’utero-. Fin qui la teoria non fa una piega, ma andiamo a vedere meglio di cosa si tratta.
Vi propongo tre varianti di esercizi.

PALLINE DA GEISHA (o palline Ben Wa)
Sono piccole sfere di metallo, in genere cave, contenenti un piccolo peso in grado di muoversi all’interno della pallina stessa.

PESI VAGINALI
Hanno forma cilindrica e sono utilizzati con pesi crescenti.
Sia le palline da geisha che i pesi vaginali vengono inseriti in vagina e sono efficaci se utilizzati mentre si cammina o ci si muove, così che la muscolatura vaginale possa essere meglio attivata. Si consiglia in ogni caso di non utilizzare pesi e palline per più di un’ora al giorno.

ESERCIZI DI KEGEL
Esercizi che prendono nome dal Dott. Arnold Kegel, che li ha ideati. Consistono in contrazioni volontarie attuate per esercitare i muscoli del pavimento pelvico. In particolare : alternate la contrazione e il rilasciamento della muscolatura pelvica, – con 10 secondi di contrazione e 10 di rilasciamento. Si consigliano serie di 10 esercizi 3 volte al giorno mattino, pomeriggio, sera-. Il sovra esercizio va evitato perché può portare ad un affaticamento della muscolatura pelvica con conseguenti perdite urinarie come effetto indesiderato.
Buon allenamento a tutte!

Lara Bottelli


Potrebbe interessarti anche