Advertisement
Sex

Sex & the apps: non c’è due senza threesome

Carol Seletti
12 marzo 2014

3nder

La grande famiglia delle app a sfondo sessuale sembra non avere limiti. Dopo Tinder e Grindr, dedicate alla ricerca dell’anima gemella – rispettivamente nel mondo etero e gay -, ecco arrivare 3nder.
Cosa c’è di strano? La missione sarebbe quella di  rendere più accessibili i cosiddetti ménage à trois, cercando di rendere questa pratica socialmente accettabile. Il suo padre fondatore, Dimo Trifonov, sta ancora cercando finanziatori, ma promette che l’app resterà gratuita perché “l’amore non si paga”.
Basata sulla geo-localizzazione, permette a tutti di esaudire il proprio desiderio, tenendo conto della vicinanza fisica dei soggetti, così da rendere l’incontro il più veloce possibile. Inoltre, grazie alla modalità incognito, chiunque può nascondersi da eventuali amici o parenti e navigare in libertà. Il servizio è disponibile per i single, per le coppie e per tre perfetti sconosciuti, rendendo possibile l’equazione 2+1= 1+1+1.
I locali per scambisti tremano di fronte all’avanzare della tecnologia!

Carol Seletti


Potrebbe interessarti anche