Byblos

staff
28 febbraio 2011


La collezione invernale creata da Byblos è dominata dalle figure della volpe e del cigno, due esseri estremamente diversi morfologicamente, ma che, pur nella loro eterogeneità, contengono le caratteristiche della donna contemporanea.
Da una parte la leggerezza, l’eleganza, la purezza del cigno. Dall’altra l’astuzia, la forza, l’indipendenza e la capacità di cavarsela in ogni situazione che esprime la volpe.
I volumi e le proporzioni sono ben definite: i pantaloni si allungano fino al punto vita, bluse e giacche si accorciano, creando un effetto-cigno.
Nei cappotti dall’aspetto vagamente militare, le spalle sono contenute ma i volumi si addolciscono, creando spesso un effetto-tulipano.
Contrasti decisi anche nelle borse; secchielli, tracolle, clutches e micro-pochettes addolcite da un particolare fiocco, sono invigorite da una “criniera” di borchie a ditale.
La stessa criniera caratterizza il tacco di decolletè, stivali e tronchetti, come arma di difesa contemporanea per donne che non hanno bisogno dello spray anti-uomo per difendersi.

Luca Micheletto