Agnona

Mirco Andrea Zerini
26 febbraio 2017

 In scena alla Fondazione Feltrinelli di Milano, la collezione autunno-inverno 2017/2018 di Agnona si caratterizza per il suo essere chic e minimalista, pensata per una donna sobria ed elegante.

Una palette cromatica vasta – dalle tonalità terrose e calde come beige e tabacco, al blu denim fino al rosso e al burgundy – sartorialità ed eleganza dominano la passerella, creando un lusso semplice ma estremo, fatto di materiali pregiati come il cashmere, il mohair, lo shearling e l’alpaca.

I volumi e le forme contribuiscono a modellare la silhouette: i cappotti sono ampi e avvolgenti, gli abiti e i completi slanciano la figura femminile valorizzandola sempre; il tutto è arricchito da dettagli in pelliccia, passamanerie e finiture in pelle che disegnano linee precise e rigorose.

Non mancano accenni sportivi e selvaggi che irrompono come segni di rottura, spezzando abilmente un continuum lineare e rendendo la collezione decisamente più movimentata e appealing.

Simon Holloway – creative director del brand – dopo il debutto della scorsa stagione spinge sull’accelleratore e disegna capi e accessori che, pur mantenendosi in linea con i canoni stilistici del marchio, virano verso universi più fashion e di tendenza, per un risultato assolutamente riuscito.