Aigner

Marisa Gorza
21 febbraio 2014

01

La moda come emozione, come passione per l’artigianalità, per il texture dei materiali, per l’aroma dei pellami, per le lavorazioni proprie d’atelier…Tutto questo è la fonte d’ispirazione del guardaroba, dedicato da Christian Beck, direttore creativo di Aigner, alla femme dell’inverno prossimo. Vi traspira il fascino di una prestigiosa tradizione che sposa le esigenze e la percettività dei nostri giorni. E in passerella hanno davvero emozionato i corti giacchini e i cappotti slim dal taglio al vivo e decisamente haute couture. Un rigore sartoriale addolcito da sexy camicie nude look e da abiti da sera mozzafiato, costruiti con pannelli in raso e seta duchesse, rifiniti con incroci di nastri di velluto. Il classico, femminilissimo tubino fasciante, percorso da zip scintillanti, realizzato in jersey suadente o in pellami ultra soft, ha comunque un ruolo predominante. Si tratta del perno intorno al quale giostra tutta la collezione giocata su una palette classica e trendy: nero onice, bianco marmo, cuoio e creta con flash di rosso rubino, indaco e verde smeraldo. Colori pennellati con maestria anche sulla pelle che costituisce un highlight e l’heritage della maison di Monaco di Baviera.
Tra i nuovi modelli di borsette da pregiata selleria spicca la “Cybil Bag” in pelle bottalata, lavorata a cubi e la “Carlotta”, tutta un intreccio in rilievo. Infine il coup de théâtre di sensazionali gioielli in oro brillante, richiamati ai finimenti equestri. In chiaro contrasto con la femminilità degli abiti.

Marisa Gorza

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9