Akris

staff
3 marzo 2013


La sfilata è accompagnata da una piccola orchestra che suona le note di Bach, per commemorare la scomparsa della madre dello stilista avvenuta lo scorso Dicembre. Anche se ancora dolente, la collezione non risulta eccessivamente cupa. In passerella elegantissimi abiti-tunica con spacco e collo dolcevita si alternano a cappotti double face indossati sopra giacche doppiopetto. Gonne pencil, maglioni oversize a spina di pesce e tailleur in cashmere angora e lana abbinati a una pelliccia bianco agnello che ha donato quel tocco di luce in più alla collezione.

Fabrizio Strada