Akris

Martina D'Amelio
28 settembre 2014

Abiti come insieme di rigide figure geometriche sfilano sulla passerella di Albert Kriemler per Akris, che per la primavera-estate 2015 s’ispira all’arte astratta.
Un gioco di forme, tra le quali prevalgono il triangolo, il rettangolo e il quadrato, caratterizza capi dalle linee rigide e pulite. Gli abiti scendono semplici alle ginocchia seguendo un trapezio o coprono il corpo in un mix di fasce di tessuto dalle figure irregolari e trasparenze. Prevale comunque il tocco casual nei pantaloni scivolati a metà polpaccio e nelle giacche, esaltato grazie alle onnipresenti stringate flat e alla visiera esagonale. Il trionfo della forma è accompagnato da quello del colore, dove al neutro bianco o nero si affiancano tonalità calde come il giallo sole, l’arancio e il senape. Il traforato alla Mondrian poi con tanti piccoli quadratini vedo non vedo tagliati a laser la fa da padrone, confermandosi uno dei must have della prossima stagione estiva.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10