Alberta Ferretti

Alice Signori
4 luglio 2017

Sogno di una notte di mezza estate: se il titolo della Limited Edition presentata da Alberta Ferretti nei maestosi saloni della sede parigina della Maison (43 Rue du Faubourg Saint-Honoré) porta subito alla mente uno dei più grandi capolavori shakespeariani, gli accenni orientali e le suggestioni mitologiche lasciano volare la mente ai giardini di Shalimar. Sono diciotto le creazioni che Alberta Ferretti presenta in occasione della Haute Couture, ognuna introdotta da un nome già di per sé suggestivo: Fleur de Lune, Temple d’Or, Obsession Sensuelle, Jasmin de la Nuit stimolano l’immaginazione prima ancora di scoprire la personale interpretazione data dalla stilista. Se eleganza e raffinatezza sono, come sempre, alla base della collezione, lo stile aggraziato non tralascia modernità e sensualità. Volto della Limited Edition è Natasha Poly che viene immortalata dall’obiettivo di Giampaolo Sgura: da sensuali abiti in seta al più romantico chiffon plissé, la stilista ci accompagna in un viaggio immaginario capace di coniugare il fascino dell’India Imperiale alla sofisticatezza delle più celebri dive Hollywoodiane. La linea demi-couture, introdotta nel 2011, vuole essere il punto di partenza per lo sviluppo di abiti su misura per le clienti della Maison. Abiti pensati per accompagnare le più indimenticabili serate: allo spezzarsi dell’incantesimo, basterà rimirare l’abito per evocare ricordi passati.