Alberto Zambelli

Valentina Nuzzi
28 febbraio 2016

È una donna eclettica quella portata in passerella da Alberto Zambelli per il prossimo autunno-inverno. Il designer italiano si discosta dai colori tenui e dalla femminilità esplicita che hanno caratterizzato le sue ultime collezioni, lasciando spazio a numerose referenze artistiche e a toni decisamente più audaci.
Ispirata a figure femminili iconiche come Maria Altman – nipote di Gustav Klimt – ed Einar Wegener – la prima donna trans della storia, al cinema in questi giorni con “The Danish Girl” di Tom Hooper –, la donna Zambelli per la prossima stagione indossa mini dress e completi caratterizzati da pattern astratti, gonne a matita, capispalla dall’allure orientale trapuntati in oro klimtiamo, voluminose pellicce e bluse in tulle trasparente ornate di dischi cangianti.
La palette è altrettanto variegata: bianco, beige, rosa cipria e azzurro cielo si scontrano con nuance più decise quali rosso fuoco, senape, oro e argento.
È una donna che guarda al futuro, con un occhio rivolto al patrimonio artistico del passato.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10