Alberto Zambelli

Ottavia Pomini
25 settembre 2016

La collezione per la primavera-estate 2017 di Alberto Zambelli presentata durante la fashion week di Milano ci trasporta nel giardino anglo-cinese di Maria Antonietta a Versailles, luogo perfetto per un rendezvous immersi nella natura. La collezione, intitolata ‘’Casa di bambola, Le petit trianon’’ ci mostra una rilettura caleidoscopica della sovrana francese, che il designer ha voluto raccontare attraverso un percorso intimo e personale, dove musica, teatro e paesaggi pseudo bucolici si fondono in un unico universo femminile.

In passerella sfilano outfit elaborati, caratterizzati da inusuali accostamenti di materiali e curiose sovrapposizioni. Capi dalle silhouette over e verticali svelano nuovi grafismi, creati da stripes in bianco e nero, mentre twill serici accarezzano il corpo con sinuose stampe ‘’Botanic sensual’’. Impeccabile la cura dei dettagli: ricami regimental incorniciano intrigati chiffon, alamari in seta decorano trench coat e bomber jacket in tecno drill off-white, mentre la maglieria gioca con le trasparenze di fil coupé. La scritta ‘’L’heure’’, slogan della collezione, viene ricamata su tappezzerie jacquard raccolte da macro ganci che creano leggere cadute asimmetriche. La visione più intima del designer viene raccontata da capi nude in tecno chiffon e tulle abbinati a abiti grembiule con stampe origami. La linea comprende una capsule ‘’Carbon look’’ di piccola valigeria in carbonio e pelle, composta da pochette, 24 ore, zaini e trolley.

  • 10
  • 1-alberto-zambelli
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9