Alexander McQueen

Alice Signori
30 settembre 2014

Donne robot o animali della notte? La donna di Alexander McQueen per la collezione primavera-estate 2015 è mascherata e misteriosa: si cela dietro copricapi neri che irrigidiscono e confondono i lineamenti. La palette è scura: tanto il nero, intervallato solo a tratti da fantasie bianche, rosse o rosa. All’inizio della sfilata le linee sono rigide: abiti svasati che scivolano lungo il corpo, dalle grandi stampe floreali. Poi la sfilata si evolve e si incominciano ad intravedere maniche a sbuffo, fino ad arrivare a lunghi vestiti in stoffa leggera che rimangono aderenti al corpo. La fantasia di foglie è il tema più ricorrente: foglie che costituiscono parte dei vestiti, che si aprono in rouges e ricami applicati agli abiti o stampate su di essi. Non mancano piume, vestiti che sembrano fatti all’uncinetto e scolli fortemente squadrati. Aggressività e sensualità coesistono in questa collezione che racconta di una donna che viene dal futuro. O forse di quella che già c’è.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10