Alexis Mabille

Martina D'Amelio
30 settembre 2015

Un cocktail a base di femminilità e colore sfila sulla passerella parigina di Alexis Mabille per la primavera-estate 2016.

Il gusto è anguria, ma non una qualsiasi, bensì quella dei dipinti dell’artista africano Moses Ernest Tolliver e del greco Alekos Fassianos, fonte d’ispirazione per la linea disegnata dallo stilista di Lione. E allora ecco materializzarsi in passerella donne che sfoggiano top con watermelons di paillettes abbinati a maxi gonne rosso fuoco, tute verde smeraldo, pants in crepe di seta a vita alta e bluse stampate a motivo fruttato. La felpa total red è punteggiata di pietre nere che ricordano i semi del frutto dell’estate, le collane replicano in resina il più fresco dei dessert : l’anguria e i suoi colori sono protagonisti della passerella, accompagnati da tinte sorbetto come l’azzurro cielo, il fucsia, il pesca. L’effetto volutamente pop è smorzato da dettagli iperfemminili, come gli ampi spacchi, il pizzo che lascia intravedere la carne, le spalline sottili dei mini dress, abbinati a sandali con tacco. La mini bag si porta alla cintura, come vuole la tendenza della prossima estate, sottoforma di zainetti in satin dai toni sgargianti. Un mix di serio e faceto analcolico, che lascia un buon sapore senza dare alla testa.

  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016
  • Alexis Mabille RTW Spring 2016