Andrea Incontri

Valentina Nuzzi
27 settembre 2015

La primavera-estate 2016 di Andrea Incontri si sviluppa a partire da un’immagine precisa: quella di uno specchio. Le superfici metalliche e riflettenti rappresentano il fil rouge dell’intera collezione: dagli specchietti tondi sui foulards alle applicazioni sulle gonne in tessuto trasparente, dai capi in pelle micalizzata ai mini abiti in materiale argenteo. Anche le stampe astratte, se osservate bene, presentano la sagoma ricorrente di uno specchietto retrovisore, nel quale scorgiamo due languidi occhi di donna. È una linea in bilico tra tagli retrò e cenni futuristi: colori tenui come panna, beige e marrone si alternano ad argento, rosa e blu metallizzati. Per una donna che reinterpreta il passato guardando al futuro.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10