Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood

Alice Signori
1 ottobre 2016

La collezione di Vivienne Westwood per la primavera-estate 2017 fa fede alla tradizione della Maison: originalità ed eccesso sono i protagonisti di un vero e proprio spettacolo, più che di una semplice sfilata.
Abiti da Haute Couture per ricercatezza  si prestano alla più estrema sperimentazione: scolli strutturati che sembrano rinchiudere la donna in gabbie ambulanti sono creati da strutture in piume, sete o materiale laminato e spesso accompagnati da strascichi a sirena; copricapi somiglianti a nidi di rondine sono indossati con disinvoltura regale, mentre l’abito si trasforma fino a nascere interamente da fili di fieno. Forme e materiali inusuali creano la base per raccontare una storia di ritorno alle origini, sottolineata anche dal quasi nude look che accompagna le ultime uscite. E se da una parte le forme sono spinte all’eccesso, vi sono poi i giochi di sottrazione, dove abiti che sembrano strappati in mille drappi fanno intravedere lingerie e costumi dalle allegre fantasie. “Destination Italy” recita la maglietta indossata da un modello sopra a short in pelle con cuori incisi a laser…un tributo al Bel Paese o un arrivederci sulle passerelle milanesi?
Una cosa è certa: anche la signora della moda inglese ha deciso di sposare la filosofia del see now, buy now mettendo in vendita nel suo store di Los Angeles dopo lo show 20 capi. Le creature immaginifiche di Andreas Kronthaler comunque mostrano un femminismo dai mille volti e dalle mille sfaccettature: per una donna che cambia continuamente per non cambiare mai.

  • vivenne-westwood-16
  • vivenne-westwood-2
  • vivenne-westwood-3
  • vivenne-westwood-5
  • vivenne-westwood-6
  • vivenne-westwood-7
  • vivenne-westwood-8
  • vivenne-westwood-9
  • vivenne-westwood-11
  • vivenne-westwood-13
  • vivenne-westwood-14
  • vivenne-westwood-15